L'Azienda

Io e mio fratello Stefano coltiviamo la vite dal 1992 in terreni di proprietà nella zona collinare dei comuni di Marano di Valpolicella, San Pietro in Cariano e Negrar. La composizione dei loro terreni è prevalentemente di tipo argilloso e questa caratteristica ci permette di evitare l’irrigazione artificiale perché l’argilla ha la capacità di trattenere l’acqua e cederla lentamente alle radici. Un’altra peculiarità dei nostri vigneti consiste nell’elevata escursione termica che si registra tra il giorno e la notte e che permette di ottenere vini particolarmente profumati e complessi all’olfatto.  Il sistema di allevamento  adottato è quello tradizionale della zona, vale a dire la pergola doppia. Nei nostri vigneti ci sono molti filari impiantati sulle “marogne”, i caratteristici muretti a secco che formano meravigliosi terrazzamenti dove, non di rado, trovano posto anche olivi e ciliegi.                         Pier Paolo Antolini

Tra i Monti Lessini e la campagna veronese si estende la Valpolicella, un territorio armonioso che racchiude la storia, la cultura e la tradizione di queste colline dove sette sono i comuni che la compongono.
In Valpolicella, ma certamente anche in altri territori, la terra, il lavoro e il vino sono legati insieme da un legame molto antico e radicato che ha assunto e assume caratteri, aspetti, ragioni, sempre nuove, da costruire di volta in volta, di generazione in generazione, conciliando esperienza e ragione, tradizione e creatività.
I piatti genuini della tradizione popolare sono innaffiati dai vini più rinomati, fruttati e corposi come il Valpolicella, il Recioto e l’Amarone. Qui la natura è la protagonista assoluta e in autunno si tinge del viola dei grappoli d’uva che spuntano tra le rigogliose foglie di vite.
Filari di vigneti si alternano a ulivi e ciliegi  che colorano il paesaggio collinare con i loro fiori. Le tipiche corti contadine e le piccole e  contrade in pietra parlano di una terra accogliente dove ancora oggi vi sono testimonianze  di antiche dimore nobiliari

               

 

 

Il vino richiede le cure ad personam già in vigna: ogni grappolo, viene preso in mano uno per uno, viene soppesato e valutato nel breve tempo che serve a deporlo nella cassettina o plateau, dal tatto se ne sente il grado di maturazione, di potenzialità. Una volta messo a riposare, se ne controlla l’appassimento giorno per giorno, intervenendo a garantire la necessaria ventilazione se la meteorologia non è favorevole. E poi si sa già che solitamente un vigneto è più “portato” a produrre Valpolicella Classico, o Recioto o Amarone e quindi si può agevolmente prevedere quali attenzioni saranno necessario per ottenere il meglio.  Tutte queste cure, che vengono dalla tradizione, ma che sono le stesse che richiede la più aggiornata scienza enologica, si giustificano per lo speciale posto che il vino occupa nella cultura popolare e forse nell’intera nostra civiltà.

I Vini:

Valpolicella DOC Classico Superiore Ripasso-   Amarone della Valpolicella DOC Classico “Moròpio”
Amarone della Valpolicella DOC Classico “Ca’ Coato”- Recioto della Valpolicella DOC Classico-        Rosso veronese IGT “Theobroma” - Bianco dolce “Elisium”-  e la nostra Grappa di Amarone

La nostra produzione

Tags 

Antolini Vini-37020 Marano di Valpolicella - Verona - Italy - tel. +39 045 77 55 351 - fax +39 045 77 55 351 - cell. +39333 654 61 87 -www.antolinivini.it- info@antolinivini.it