Un'Italia a tavola

Bruschetta all'olio di oliva dei Colli Amerini ,,la proposta club auto e moto "Il Magnete" per Un'Itàlia

La bruschetta..il piatto povero contadino per eccellenza, servito oggi perlopiù come veloce antipasto...una fetta di pane rustico "bruscato" nel forno o sulla piastra, e condito con olio di buona qualità.

Laina e fasuli.. la proposta della Proloco Casali di Faicchio (BN) per Un'Itàlia

Piatto povero tipico di Faicchio. La mattina andando ai campi si mettevano a cuocere i fagioli nel classico ti anello (contenitore in terracotta) vicino al fuoco, per ore a fuoco lento.Una volta tornati dai campi si completava il piatto come segue.

Pubblicazioni News

01

La cucina romana ci regala una classica ricetta che sposa la freschezza del mare con i profumi  dei legumi, è un abbinamento  eccellente, il gusto è irresistibile e sorprendente. Il binomio di sapori indovinatissimo.

Tempo di preparazione 1 ora
Difficoltà media
Dosi per 4 persone
Origine della ricetta Lazio

Ingredienti: 500 gr di vongole, 500 gr di ceci lessati, 2 spicchi di aglio, 1 pomodoro fresco e maturo,  peperoncino (a piacere), prezzemolo, vino bianco secco, olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

Preparazione: mettiamo a bagno le vongole in abbondante acqua salata e lasciamo spurgare.
Le sciacquiamo sotto l’acqua corrente e le passiamo in una padella con uno spicchio di aglio schiacciato , 1/2 bicchiere di vino bianco e le lasciamo sul fuoco finché non si saranno aperte.
Scoliamo, sgusciamo e filtriamo il fondo di cottura (che andrà conservato).
In una pentola uniamo aglio e sedano tritati, il pomodorino spezzato, il peperoncino (se piace) e facciamo rosolare.
Uniamo una parte dei ceci passati e il resto interi e un pò della loro acqua di cottura.
Facciamo cuocere una decina di minuti e uniamo le vongole sgusciate con il loro fondo di cottura.
Deve risultare una zuppa piuttosto densa, quindi regolate eventualmente aggiungendo o l'acqua dei ceci o brodo vegetale.
Cuociamo la pasta in abbondante acqua salata e, una volta cotta, la versiamo nella pentola della zuppa.
Fate insaporire il tutto per qualche minuto e a fuoco spento aggiungete il prezzemolo tritato e completatela con pepe macinato e un filo d'olio crudo.

Pubblicato in: Un'Itàlia
7522

Sapori dimenticati

Il frutto dimenticato... L'Azzeruolo

Le azzeruole (molto gustose, che ricordano il sapore delle nespole) consumate fresche sono dissetanti, rinfrescanti, diuretiche e ipotensive

Il frutto dimenticato... Il Chinotto

Dai suoi frutti non si ricava solo l’omonima bevanda, gassata e amarognola. Il chinotto, agrume molto profumato, serve anche per preparare canditi e marmellate.


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.