Un'Italia a tavola

“Capun de galera” ,,la proposta ProLoco di Armo (IM) per Un'Itàlia

Il “Capun de galera” è un  piatto freddo caratteristico di Armo   tramandato da madre in figlia fino ai giorni nostri. E’ composto  di verdure di stagione. Il nome “Capun de Galera” probabilmente sta a significare il legame che questo piatto ha con ...........

Frittelle alla maresina .. la proposta della Comunità Montana Agno-Chiampo (Vi) per Un'Itàlia

L’erba amara o matricale chiamata con un nome diverso in ogni borgo: amarella, erba madre, maresina, atanasia, tanaceto, conferisce un bel colore verde e un sapore amaro e aromatico ma gentile a queste frittelle  ed un inconfondibile sapore

Pubblicazioni News

01

La cucina romana ci regala una classica ricetta che sposa la freschezza del mare con i profumi  dei legumi, è un abbinamento  eccellente, il gusto è irresistibile e sorprendente. Il binomio di sapori indovinatissimo.

Tempo di preparazione 1 ora
Difficoltà media
Dosi per 4 persone
Origine della ricetta Lazio

Ingredienti: 500 gr di vongole, 500 gr di ceci lessati, 2 spicchi di aglio, 1 pomodoro fresco e maturo,  peperoncino (a piacere), prezzemolo, vino bianco secco, olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

Preparazione: mettiamo a bagno le vongole in abbondante acqua salata e lasciamo spurgare.
Le sciacquiamo sotto l’acqua corrente e le passiamo in una padella con uno spicchio di aglio schiacciato , 1/2 bicchiere di vino bianco e le lasciamo sul fuoco finché non si saranno aperte.
Scoliamo, sgusciamo e filtriamo il fondo di cottura (che andrà conservato).
In una pentola uniamo aglio e sedano tritati, il pomodorino spezzato, il peperoncino (se piace) e facciamo rosolare.
Uniamo una parte dei ceci passati e il resto interi e un pò della loro acqua di cottura.
Facciamo cuocere una decina di minuti e uniamo le vongole sgusciate con il loro fondo di cottura.
Deve risultare una zuppa piuttosto densa, quindi regolate eventualmente aggiungendo o l'acqua dei ceci o brodo vegetale.
Cuociamo la pasta in abbondante acqua salata e, una volta cotta, la versiamo nella pentola della zuppa.
Fate insaporire il tutto per qualche minuto e a fuoco spento aggiungete il prezzemolo tritato e completatela con pepe macinato e un filo d'olio crudo.

Pubblicato in: Un'Itàlia
7190

Sapori dimenticati

L'acetosa

Un tempo l'acetosa era una delle verdure più consumate. Oggi, in Italia è pressoché scomparsa dai mercati. Pochi mazzetti di fresche foglie in primavera sul banco di qualche erbivendolo appassionato richiamano antiche abitudini

Un ortaggio da scoprire: il topinambur

Non v'è dubbio che si tratti sempre di un cibo salutare e nutriente. Durante il periodo di razionamento delle patate i topinambur sono comparsi nei negozi a prezzi inusitati e si sono fatti onore anche sulle mense signorili.


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.