Un'Italia a tavola

Tagliata all'Aretina.. la proposta dell'Osteria La Corte dell'oca di Subbiano-Arezzo- per Un'Itàlia

Le carni in Toscana  sono eccellenti: nell'allevamento dei bovini la razza principale presente  è la chianina,la cui carne  si caratterizza per sapore e aroma tutti particolari, da cui si ottengono la bistecca alla fiorentina, il peposo.. e la tagliata

Trota Fario alla griglia ..la proposta del Parco Laghi dei Reali-Tivoli- per UnìItàlia

Ci troviamo a Tivoli in provincia di Roma.La  citta come tutta la vallata ha sempre subito un'enerme importanza dal fiume Aniene.Assieme all'Aniene viaggia la Trota Fario prodotto tipico e molto apprezzato fin dall'antichità ( Nerone aveva due laghetti artificiali per allevarla vicino Subiaco, ed ancora oggi all'interno di Villa d'Este si possono ammirare le peschiere dove il Cardinale le allevava

Pubblicazioni News

02

La torta paesana è la “torta della festa”, diffusa presso i panettieri (prestinai per i brianzoli) e le famiglie per riutilizzare il pane avanzato, è detta anche torta di pane

 

Ingredienti :
500 g di pane raffermo
300 g di amaretti
100 g di cioccolato fondente
50 g di burro
100 g di cacao dolce
50 g di cacao amaro
2 uova
un pizzico di sale
200 g di zucchero vanigliato
1 l di latte fresco

Spezzettate il pane in una ciotola e ricopritelo con il latte. Tritate gli amaretti. Strizzate il pane con le mani e impastatelo con gli amaretti, il burro fuso, il cacao dolce e quello amaro, le uova, il latte, il pizzico di sale, lo zucchero vanigliato e il cioccolato fondente grattugiato. Ungete una tortiera, metteteci il composto e cuocete in forno già caldo a 180° per 1 ora e ½.

 

proloco Ceriano Laghetto

immagine di Federica

Pubblicato in: Un'Itàlia
4543

Sapori dimenticati

I Bruscandoli

Sono i giovani germogli del luppolo, così chiamati a Ferrara ma detti in altre regioni del Nord 'luertìs' o 'lovertìn'. Si raccolgono in primavera tra le siepi e negli incolti.

La Melagrana dalle mille virtu'

Ogni popolo che ha conosciuto la melagrana le ha attribuito un particolare significato simbolico: nell’Antico Testamento è citata come uno dei frutti della Terra Promessa, per i Fenici aveva un valore religioso e così pure per i cristiani: il rosso della melagrana simboleggiava il sangue dei martiri e la carità


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.