Un'Italia a tavola

Gnocchi di patate al ragù d'oca della mietitura ..la proposta del Ristorante Nànà-Perugia-per Un'Itàlia

Nei secoli passati, per la mietitura, le famiglie contadine umbre usavano aiutarsi reciprocamente, riunendosi per la raccolta nei vari poderi e lavorando in gruppo, dimezzando così la fatica. Le massaie, in previsione dei pranzi da offrire ai vicini con riconoscenza per il grande aiuto, iniziavano ad allevare le oche già in inverno per farne degli splendidi, saporiti ragù.

Culurgionis ..la proposta dell' Hotel Rifugio D'Ogliastra per Un'Itàlia

La tradizionalità dei culurgionis si può facilmente capire  dal metodo di lavorazione, dagli ingredienti utilizzati e dalla ricetta, rimasti immutati nel corso dei secoli. La tipicità del prodotto è garantita dalla ricerca degli ingredienti, in particolare le farine, i formaggi, le patate e le essenze (menta), tutti rigorosamente locali

Pubblicazioni News

02

La cucina tradizionale di Albano è molto legata a quella romana, ma conta anche piatti propri che utilizzano il broccolo di coltivazione locale, una varietà dal gusto più delicato (broccolo attufato, lesso coi broccoli), dolci che legano con il vino dei Castelli (ciambelline al vino) e quelle pietanze "povere", tipiche di un'antica cultura contadina, che utilizzano i prodotti dell'orto e le parti meno nobili della macellazione

Ingredienti:
1 bicchiere di zucchero; 1 bicchiere di vino bianco o rosso; 1 bicchiere di olio extravergine o  di semi se non si vuole sentirne l’odore; 1 pizzico di sale;  un pizzico di lievito se si desiderano più “gonfie” ; Farina quanto basta; Carta forno (bagnata e strizzata)

Preparazione:
Questa ricetta, non necessita di spiegazione, è molto semplice.
L’unica accortezza, è la seguente: dopo aver versato tutti gli ingredienti in una terrina, ed averli mescolati fino ad ottenere un impasto omogeneo, aggiungere la farina poco per volta, sempre mescolando, fino ad ottenere un composto morbido e vellutato.

Portare il forno a circa 180 gradi, e coprire il vassoio con la carta forno bagnata e ben strizzata.

Per dare la forma alla ciambellina, prendere con le mani molto infarinate, piccole quantità di impasto, arrotolarlo tra le mani e poi su una spianatoia ove avrete versato un pochino di zucchero, quindi unirne le estremità e adagiarli sulla carta preparata.

 

Pubblicato in: Un'Itàlia
2219

Sapori dimenticati

Il crescione

La sua coltura risale al XVIII secolo e non ha subito grandi evoluzioni. Tutti i lavori di raccolta e di manutenzione si effettuano ancora interamente a mano. Cresce nell'acqua e quando è coltivato su scala commerciale, il luogo di coltura deve essere alimentato esclusivamente con acqua di sorgente.

L'olivello spinoso

L’olivello spinoso è una pianta dalle proprietà straordinarie, conosciuto ed apprezzato sin dall’antichità.


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.