Un'Italia a tavola

Polpette alla poverella con Farinella ..la proposta dell'Ass.Trullando di Putignano (BA) per "Un'Itàlia"

La Farinella è un alimento povero della civiltà contadina della Murgia a sud-est di Bari, composto da una mistura di orzo e ceci prima tostati e poi macinati. Viene utilizzato come addensante con sughi e brodi di verdure per così ottenere una crema gustosissima.

FRITTATA COI PINCICARELLI .la proposta del' A.Agrituristica “Le Vergare”Offagna (AN) per Un'Italia

I pincicarelli rappresentano il bocciolo del fiore  di cardo. poco conosciuti, sono particolarmente teneri e gustosi. Il loro sapore è simile a quello dei carciofi

Pubblicazioni News

20

 

Nella cucina tipica del casertano, fatta di piatti semplici e popolari, i primi i sono di solito a base di pasta fatta in casa, con gli gnocchi e i tagliolini a primeggiare su tutti, ma anche di legumi e verdure dell’orto

Pane raffermo, 500gr di fagioli cannellini, 1 kg di rape verdi, aglio, cipolla, pomodori, olio extravergine d’oliva, lardo, sale e pepe


Lasciare a bagno i fagioli secchi la sera precedente e al mattino cuocerli in una pignatta con acqua e sale.
Scegliere i broccoli e lavarli in acqua corrente tiepida, aggiungerli ai fagioli parzialmente cotti insieme a pomodori rossi (5 o 6 pomodori ciliegina) schiacciati con le mani.
In un tegame a parte mettere l’aglio, un po’ di olio, cipolla e lardo di maiale e insaporire con sale e pepe. Quando tutto si sarà sciolto versare nella pignatta della zuppa e continuare la cottura, se necessario aggiungere acqua calda.
Alla fine versare il tutto in una zuppiera contenente il pane raffermo a pezzi

Pubblicato in: Un'Itàlia
1517

Sapori dimenticati

Il mito del Mirto

Il mirto fa la sua comparsa nella letteratura in tempi assai remoti: bisogna far ricorso alle splendide pagine della mitologia greca per trovare i primi riferimenti a questa pianta.

Il frutto dimenticato... La Sorba

I frutti della sorba domestica sono acheni racchiusi in un falso frutto, formato dal ricettacolo accresciuto a forma di pera, di colore verde, giallastro, arancione, con striature rosse. In realtà quindi si utilizza il falso frutto, peraltro molto appetito dagli uccelli.


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.