Un'Italia a tavola

Risotto giallo con luganega ..la propostya di Luganega di Monza di VeranoBrianza per Un'Itàlia

E' un risotto preparato con la quasi ormai dimenticata salsiccia tipica monzese "la luganega di Monza". Risotto che, la tradizione vuole, è d'obbligo mangiare l'ultimo giovedì di gennaio in occasione del rogo della Giubbiana. Una rimanenza di festa celtica durante la quale un fantoccio raffigurante una strega viene bruciato con un sottofondo molto rumoroso. Bruciandola ci si sarebbe protetti dagli influssi negativi e si avrebbe goduto di salute e prosperità

Gnocchi di patate al ragù d'oca della mietitura ..la proposta del Ristorante Nànà-Perugia-per Un'Itàlia

Nei secoli passati, per la mietitura, le famiglie contadine umbre usavano aiutarsi reciprocamente, riunendosi per la raccolta nei vari poderi e lavorando in gruppo, dimezzando così la fatica. Le massaie, in previsione dei pranzi da offrire ai vicini con riconoscenza per il grande aiuto, iniziavano ad allevare le oche già in inverno per farne degli splendidi, saporiti ragù.

Pubblicazioni News

24

Era questa una usuale ricetta di Pietro Fortunati, meglio conosciuto localmente come “Picche” che ha contribuito a tramandare con competenza e passione le antiche ricette della tradizione culinaria amerina.

 

Infilare le palombe sullo spiedo e, nella leccardiera, a freddo per ogni volatile aggiungere 1 bicchiere di vino rosso, 1 spicchio d’aglio, ½ limone tagliato a pezzi, 1 ciuffetto di salvia, 1 rametto di rosmarino, 2 dita di olio misurate in un bicchiere, qualche acino di pepe nero, qualche oliva verde o nera. Collocare la leccardiera sotto le palombe in modo di raccogliere le colature di olio somministrate alla cottura. ( E’ consigliabile di tanto in tanto versare sulle palombe medesime qualche cucchiaio della salsa della leccardiera) a cottura togliere le interiora delle palombe, pestarle finemente con il coltello e unire alla leccarda una cucchiaiata di salsa di oliva. Nel trito delle interiora aggiungere una mollica ben abbrustolita (per ogni piccione) impregnata di vino rosso e passarla finemente (insieme alle interiora) sulle carni arrostite. Tagliare le palombe a pezzi lasciandole qualche minuto nella salsa preparata nella leccardiera, quindi servire.

Pubblicato in: Un'Itàlia
2051

Sapori dimenticati

Il corbezzolo

Fiorisce in ottobre-novembre ed i frutti maturano nell'anno successivo alla fine dell'estate ed in autunno di modo che la pianta ospita contemporaneamente fiori, frutti immaturi e frutti maturi, il che la rende particolarmente ornamentale.

Il frutto dimenticato.. La corniola

Il corniolo, specie propria dell'Europa centro-orientale sino al Caucaso e all'Asia minore, in Italia si trova in tutta la penisola ma è più frequente nelle regioni settentrionali.


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.