Un'Italia a tavola

Pasta e fagioli con le cozze..la proposta dello Chef di Villa Rosalia-Napoli- per Un'Itàlia

La pasta e fagioli è un piatto tipico italiano di cui esistono diverse varianti regionali.Nella cucina napoletana la tradizione lo vuole con le cozze.. che a questo piatto aggiungono il gusto del mare

Polenta e Bruscitt.. la proposta dell'Albergo Sacro Monte (Va) per Un'Itàlia

Bruscitt ovvero bruscolini, poiché la carne viene sminuzzata grossolanamente sul tagliere con il trinciante, in modo da ottenere pezzettini della grandezza di un fagiolo.

Pubblicazioni News

27

I piatti di selvaggina tradizionali nel Friuli non sono molto elaborati,.. saggiamente i cuochi locali preferiscono dare il massimo rilievo al sapore naturale delle carni, che sono di alta qualità

 

“Masurìn tal spèt  e polènte zale te golòse”
Ingredienti:

n° 1 germano reale
gr 100 di pesto composto da lardo, cipolla, aglio,salvia e rosmarino
n° 2 fette di lardo
salvia,  rosmarino e alloro q.b.
polenta gialla fumante


Preparazione:

Si prenda un germano reale in pieno piumaggio, lontano possibilmente dalla stagione degli amori, lo si spiumi e svuoti fiammeggiandolo; si colmi  il ventre con un pesto preparato in precedenza (lardo triturato con cipolla e erbe), lo si fasci  con le fette di lardo, salvia ed un rametto di rosmarino assicurandone l’ aderenza mediante legatura. Così farcito e fasciato  lo si infili nello spiedo.
Dopo qualche tempo il germano si colorerà di un bel noce affocato e dal suo corpo cominceranno a colare gocce di un delizioso sughetto.
Dovrete avere cura di ungere spesso il germano con questo sugo in modo che rimanga sempre morbido.
A tre quarti di cottura, dopo circa un’ora, prendete grandi cucchiaiate di polenta gialla fumante e ponetela nella leccarda dello spiedo in modo che si imbeva del profumatissimo sugo.
Due foglie di alloro poste sulla polenta non guastano.
Il germano va servito caldo con la  polenta  accompagnato da un refosco dal peduncolo rosso.

Pubblicato in: Un'Itàlia
2076

Sapori dimenticati

In Italia non si conoscono più le varietà ortofrutticole e abbiamo un'alimentazione che si è impoverita.

La meccanizzazione dell’agricoltura ha spazzato via le vecchie varietà ortofrutticole

Il frutto dimenticato: la nespola

Nella tradizione contadina era considerato un frutto ricco di proprietà (in effetti è ricco di fibre, zuccheri, sali minerali, acidi organici e vitamina A). Ma non solo: i contadini se ne servivano anche per scandire il passare delle stagioni.


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.