Un'Italia a tavola

Abbacchio alla cacciatora ..la proposta della Pro Loco Tor Tre Ponti (LT) per "Un'Itàlia"

Uno dei piatti più popolari della tradizione contadina laziale.

Un'Itàlia: i 150 piatti che più rappresentano la cultura gastronomica italiana

Lo “Stocco di Mammola” (stoccafisso),proposto dalla Comunità Montana di Limina  conta secoli di tradizione, viene preparato in maniera tradizionale in vari modi: antipasti, secondi  piatti, per la  preparazione di sughi per la pasta e può essere servito come piatto unico con le patate o come secondo

Pubblicazioni News

30

E' un piatto tradizionale delle famiglie benestanti genovesi in modo particolare di Lavagna. Infatti la carne di vitello era molto rara ed era riservata alle famiglie più facoltose. Il ripieno elaborato verrà poi sostituito col prosciutto cotto e la fontina, mantenendo il profumo delle erbe aromatiche tipiche della cucina ligure

Scottare la tettina e/o laccetti ed il magro di vitello, tritare e passare nel mortaio con mollica di pane strizzata, funghi,aglio,prezzemolo e pinoli (tostati prec). Unire al tutto le uova sbattute con maggiorana,sale,grana,pepe.Depositare un cucchiaio di impasto sulle fettine ed avvolgere ad involtino fermando i lembi di carne con stuzzicadenti.  In pentola bassa e larga, preparare un sugo con olio e un trito di cipolla, sedano, carota, prezzemolo, spruzzare con vino bianco, far asciugare e aggiungere un po' di conserva di pomodoro sciolta in brodo di carne. Fare cuocere lentamente e servire con verdure grigliate

Pubblicato in: Un'Itàlia
1770

Sapori dimenticati

Il mirtillo

Il mirtillo nero è la varietà dalle proprietà più impressionanti, dato che contiene numerose vitamine, tra cui l’acido folico, la vitamina che rafforza l’organismo

Le radici di Soncino

Le radici di Soncino nel Medioevo erano già presenti sui banchetti dei nobili dell’Italia Settentrionale. La conferma arriva da dipinti di noti autori che la ritraggono con altri ortaggi tipici e cacciagione.Mac’è anche un’altra storia locale tramandata dalle famiglie Zuccotti e Grazioli, agricoltori tra i primi a coltivare radici di Soncino dall’inizio del Novecento.


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.