Un'Italia a tavola

scaffettuni cu a nduja..la proposta del Rist.Orto della Signora-Villapiana (CS) per Un'Itàlia

La 'Nduja è un tipico salame calabrese morbido e particolarmente piccante. Storicamente la 'nduia è un piatto povero, nato per utilizzare gli scarti delle carni del maiale.Si consuma spalmandola su fette di pane abbrustolito, meglio se calde, o come soffritto per la base di un ragù

Doba Cuneese ..la proposta del Rist.Le Fanfaron Bistrot-Torino-per Un'Itàlia

La doba è un stufato di manzo di origine francese; diventa una preparazione della zona cuneese poiché le donne si recavano nella confinante Provenza per la raccolta delle olive e della mimosa. Una ricetta molto semplice, ma di grande effetto, profumi e sapori "esotici".

Pubblicazioni News

30

E' un piatto tradizionale delle famiglie benestanti genovesi in modo particolare di Lavagna. Infatti la carne di vitello era molto rara ed era riservata alle famiglie più facoltose. Il ripieno elaborato verrà poi sostituito col prosciutto cotto e la fontina, mantenendo il profumo delle erbe aromatiche tipiche della cucina ligure

Scottare la tettina e/o laccetti ed il magro di vitello, tritare e passare nel mortaio con mollica di pane strizzata, funghi,aglio,prezzemolo e pinoli (tostati prec). Unire al tutto le uova sbattute con maggiorana,sale,grana,pepe.Depositare un cucchiaio di impasto sulle fettine ed avvolgere ad involtino fermando i lembi di carne con stuzzicadenti.  In pentola bassa e larga, preparare un sugo con olio e un trito di cipolla, sedano, carota, prezzemolo, spruzzare con vino bianco, far asciugare e aggiungere un po' di conserva di pomodoro sciolta in brodo di carne. Fare cuocere lentamente e servire con verdure grigliate

Pubblicato in: Un'Itàlia
1987

Sapori dimenticati

Il frutto dimenticato.. La corniola

Il corniolo, specie propria dell'Europa centro-orientale sino al Caucaso e all'Asia minore, in Italia si trova in tutta la penisola ma è più frequente nelle regioni settentrionali.

Il corbezzolo

Fiorisce in ottobre-novembre ed i frutti maturano nell'anno successivo alla fine dell'estate ed in autunno di modo che la pianta ospita contemporaneamente fiori, frutti immaturi e frutti maturi, il che la rende particolarmente ornamentale.


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.