Un'Italia a tavola

Spaghetti aglio e acciughe: la proposta della ProLoco Arquà Polesine (RO per "Un'Itàlia"

La cucina del nostro territorio è rivolta all'uso del nostro aglio bianco polesano che ha ottenuto la certificazione DOP.Viene utilizzato in diverse occasioni tanto che è stato coniato il motto: "Oro bianco.. non solo in cucina"

PAMPEPATO Ternano ..la proposta Club "Il Magnete" per Un'Itàlia

Il Pampepato si inserisce nella storia gastronomica di Terni da secoli. Si prepara in ogni casa, durante le festività natalizie. Gli ingredienti sono sempre gli stessi ma in ogni casa c'è chi toglie o aggiunge qualcosa a seconda dei gusti o per dare un tocco personale ed ereditario alla ricetta

Pubblicazioni News

31

E' un risotto preparato con la quasi ormai dimenticata salsiccia tipica monzese "la luganega di Monza". Una salsiccia di colore più tendente al bianco che al rosso, di dimensioni grosse e che al palato risulta molto delicata. I suoi ingredienti principali sono: carne di suino, grana padano, brodo di carne e marsala.

Preparazione:
Ingredienti per 4 persone:
320 gr di riso
50 gr di burro
1 cipollina
700 ml di ottimo brodo
1 bicchiere scarso di ottimo vino rosso
200 gr di luganega di Monza

Affettare e rosolare la cipollina nel burro, rosolarvi il riso, aggiungere il vino e farlo sfumare. Aggiungere il brodo a mestoli, uno per volta, dopo che il precedente è assorbito.
A parte cuocere la luganega prima spellata e bollita 1 minuto in acqua, poi cotta 5 minuti bagnata di vino rosso e lasciata per 10 minuti coperta sul fuoco spento perché faccia un po’ di sugo. Tagliarla a grossi pezzi e metterne un pezzo al centro di ogni piatto con un po’ del suo sugo, schiacciandovi il risotto con un cucchiaio per farvi un piccolo incavo.
Esiste anche la variante fatta con vino bianco anziché rosso

 

www.luganegadimonza.it

Pubblicato in: Un'Itàlia
4636

Sapori dimenticati

Il corbezzolo

Fiorisce in ottobre-novembre ed i frutti maturano nell'anno successivo alla fine dell'estate ed in autunno di modo che la pianta ospita contemporaneamente fiori, frutti immaturi e frutti maturi, il che la rende particolarmente ornamentale.

Il cardo

Il Cardo è una pianta originario del Mediterraneo. Era coltivato già al tempo dei Romani; Plinio, nella sua “Storia Naturale”, lo annovera fra gli ortaggi pregiati.


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.