Un'Italia a tavola

Un'Itàlia: i 150 piatti che più rappresentano la cultura gastronomica italiana

Nella tradizione mantovana i contadini gustavano questo piatto nei campi, al termine della raccolta delle cipolle

piatto proposto da Stefania

Ciceri e tria (pasta e ceci salentina) la proposta di AnnaMaria Chirione Arnò FNPC Personal chef (LE) per Un'Itàlia

Tra tutte le cucine regionali italiane, quella salentina è senz’altro la cucina mediterranea per antonomasia.Proprio per questo, affascina e sorprende con un universo di cose buone e salutari che si combinano magicamente in una miriade di ricette facilmente replicabili.

Pubblicazioni News

04

Rinomato piatto della cucina piemontese prodotto principe il Topinambour che in Piemonte chiamano "ciapinabò" largamente usato anche per la bagna-caoda, altra leccornia  ..rigorosamente in inverno!

 

 

Lavare e bollire le 4 patate senza sbucciarle. A cottura ultimata sbucciarle e passarle allo schiacciapatate; Lasciare intiepidire.
aggiungere sale, un cucchiaio di olio extravergine, 2 uova, 200g di farina ed impastare fino ad avere un'impasto leggero. Lasciar riposare.
A parte far soffriggere 1Kg di topinambour ( precedentemente sbucciato ) nel burro e aggiungere uno spicchio d'aglio.....toglierlo subito dopo!
Ungere una teglia da forno, stendere l'impasto di patate, coprire con i topinambour frittiì, irrorare con formaggio sale e pepe mettere in forno gia' a temperatura (200°)  per 15/20 min a gratinare.

 

 

www.osteriadelborgo.eu

Pubblicato in: Un'Itàlia
1577

Sapori dimenticati

Il frutto dimenticato... Il biricoccolo

In Italia è presente storicamente nel bolognese e nella zona vesuviana, regni dell'albicocco, fin dai primi dell'ottocento con il nome di “albicocco violetto”.

Le radici di Soncino

Le radici di Soncino nel Medioevo erano già presenti sui banchetti dei nobili dell’Italia Settentrionale. La conferma arriva da dipinti di noti autori che la ritraggono con altri ortaggi tipici e cacciagione.Mac’è anche un’altra storia locale tramandata dalle famiglie Zuccotti e Grazioli, agricoltori tra i primi a coltivare radici di Soncino dall’inizio del Novecento.


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.