Un'Italia a tavola

Pasta all'ossolana proposta dalla Comunità Montana val d'Ossola per "Un'Itàlia"

In Ossola oggi si mangia bene e gli ingredienti locali a disposizione permettono la più ampia varietà di piatti Gli strumenti  per la cottura, un tempo erano normalmente in metallo (bronzo, rame, ferro) o in terracotta. A volte si utilizzavano anche le caratteristiche pentole in sasso scavate da quella che viene localmente chiamata "laugera"

I Vincisgrassi ..la proposta del Rist.Trattoria da Ezio-Macerata- per Un'Itàlia

Secondo alcuni questo piatto tipico del Maceratese , ma conosciuto nella tradizione in tutta la regione fin dall'Ottocento, vede la sua origine dall'inventiva del cuoco personale di un generale austriaco di stanza ad Ancona durante le guerre napoleoniche. Ma la ricetta era già documentata nel manuale gastronomico "Il Cuoco Maceratese" di A.Nebbia nel 1784

Pubblicazioni News

05

Un piatto caratteristico in uso tra i pescatori di Fiumicino cucinato con ingredienti suggeriti dalla tradizione è un piatto estremamente semplice da realizzare, e nella sua semplicità risulta anche fresco, delicato, equilibrato, stupendo sia come antipasto che come piatto di mezzo. I colori dei suoi ingredienti rappresentano perfettamente quelli della nostra bandiera italiana, il basilico verde il bianco dall’ arzilla e il rosso acceso dai filetti di pomodoro.

 

Ingredienti per 4 persone:
- 1,2 Kg di Arzilla
- 8 pomodori maturi media grandezza
- 10 foglie di basilico
- 2/3 scalogni
- Olio extravergine di oliva
- Aceto
- Sale e pepe
Preparazione: Pulire e spellare l’arzilla, lasciarla a bagno in acqua e aceto per circa 1 ora, sciacquarla e metterla a cuocere in Court Boullon. Spellare i pomodori, svuotarli dei semi e acqua di vegetazione, tagliarli a filetti; quindi affettare finemente il basilico. In una padella scaldare poi l’olio, cuocere lo scalogno tagliato fine per alcuni minuti senza farlo colorire, unire i pomodori, saltarli e farli scaldare rapidamente senza cuocerli. Disporre infine su di un piatto caldo i filetti di pomodoro e sistemarvi sopra l’arzilla. Servire immediatamente dopo aver condito l’arzilla con olio a crudo, sale e pepe nero macinato al momento, spolverando il basilico tagliato. Guarnire con foglioline di basilico.

 

www.bastianellialmolo.com

Pubblicato in: Un'Itàlia
2329

Sapori dimenticati

Il frutto dimenticato... Il Chinotto

Dai suoi frutti non si ricava solo l’omonima bevanda, gassata e amarognola. Il chinotto, agrume molto profumato, serve anche per preparare canditi e marmellate.

Il "Frico" Friulano

La prima ricetta scritta, con il nome di “Caso in patellecte” si trova nel “Libro de arte coquinaria” di Maestro Martino


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.