Un'Italia a tavola

Zuppa di fagiolina del Trasimeno ..la proposta dell'Assoc."Strada del Vino Colli del Trasimeno" (PG) per Un'Itàlia

La fagiolina (Vigna unguiculata L. Walp.) è uno straordinario legume del Trasimeno, lasciato in eredità dagli Etruschi e rimasto immutato nel tempo. Dichiarato presidio SLOW FOOD  ha caratteristiche di gusto particolari ed una cuticola tenera che non rende necessaria l’immersione in acqua prima della cottura.

Risotto giallo con luganega ..la propostya di Luganega di Monza di VeranoBrianza per Un'Itàlia

E' un risotto preparato con la quasi ormai dimenticata salsiccia tipica monzese "la luganega di Monza". Risotto che, la tradizione vuole, è d'obbligo mangiare l'ultimo giovedì di gennaio in occasione del rogo della Giubbiana. Una rimanenza di festa celtica durante la quale un fantoccio raffigurante una strega viene bruciato con un sottofondo molto rumoroso. Bruciandola ci si sarebbe protetti dagli influssi negativi e si avrebbe goduto di salute e prosperità

Pubblicazioni News

06

La fagiolina (Vigna unguiculata L. Walp.) è uno straordinario legume del Trasimeno, lasciato in eredità dagli Etruschi e rimasto immutato nel tempo. Dichiarato presidio SLOW FOOD  ha caratteristiche di gusto particolari ed una cuticola tenera che non rende necessaria l’immersione in acqua prima della cottura.

 

 

Dosi per 6 persone: 500 gr di fagiolina, 1 carota, 1 cuore di sedano, 1 rametto di rosmarino, 2 foglie d’alloro, 2 foglie di salvia, ½ cipolla, 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva Umbria DOP “Colli del Trasimeno”, sale, pepe.

Soffriggere in padella un trito fino di carota, cipolla e sedano con rosmarino, alloro e salvia legati tra di loro con spago da cucina. Far cuocere la fagiolina per 30 minuti, a fuoco lento, avendo cura di mantenerla comunque ben umida. Aggiungere infine il soffritto continuando a cuocere per altri 10 minuti. Servire tiepida, d’estate, eliminando l’acqua in eccesso,  accompagnandola con un piatto di pesce di lago (ad esempio una “regina” in porchetta o filetti di persico al vapore con salsa di vino bianco, senape e limone), oppure ben calda, con il suo brodo, su pane bruscato.

 

www.stradadelvinotrasimeno.it

Pubblicato in: Un'Itàlia
3468

Sapori dimenticati

La pera cocomerina

Piccola, molto profumata, la Pera Cocomerina dal cuore rosso continuava a crescere indisturbata, sconosciuta ai più, dimenticata dal mercato.

In Italia non si conoscono più le varietà ortofrutticole e abbiamo un'alimentazione che si è impoverita.

La meccanizzazione dell’agricoltura ha spazzato via le vecchie varietà ortofrutticole


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.