Un'Italia a tavola

Filetto di coniglio farcito con sapori nostrani e guarnito con i colori della primavera .. la proposta di Germano Pontoni Maestro di Cucina (UD) per Un'Itàlia

In tempi non troppo remoti era  la carne prediletta per tutte le età per i suoi contenuti, adatta a stomaci deboli, all’alimentazione dei bambini e delle persone in età e consumato in più momenti delle stagioni. Giovane nella tarda primavera, adulto e bene in carne alla fine dell’inverno dopo che i maschi avevano fatto il loro,,, dovere e nutriti bene per ricostituirsi.

FRITTATA COI PINCICARELLI .la proposta del' A.Agrituristica “Le Vergare”Offagna (AN) per Un'Italia

I pincicarelli rappresentano il bocciolo del fiore  di cardo. poco conosciuti, sono particolarmente teneri e gustosi. Il loro sapore è simile a quello dei carciofi

Pubblicazioni News

07

Nelle ricette Campane, non poteva certo mancare la Pizza! Proporre la classica Margherita sarebbe stato troppo banale, ed altrettanto banale sarebbe stato proporre qualcosa con effetti speciali e ingredienti costosi e di tendenza. Quindi propongo una PIZZA con ingredienti semplici, usati quotidianamente sulle nostre tavole e al 100% del territorio.

Mozzarella di Bufala doc della Valle del Sele, Fior di Latte e Caciocavallo del Vallo di Diano, Pomodorini del Vesuvio, Olio EVO del Cilento e Basilico.

Senza nulla togliere alla Regina delle Pizze, la Pizza Scarpariello, Rivisitata dal Maestro Pizzaiuolo Antonio Saviello, realizzata con le Antiche Tecniche di Lavorazione dell' Impasto con ingredienti semplici che fondendosi fra loro, riescono ad esaltare tutti i Profumi, Sapori, Colori e Tradizione, di un Gusto Unico tutto Campano.

www.pizzeriasaviello.it

Pubblicato in: Un'Itàlia
5233

Sapori dimenticati

La cotognata

 Degli adulti, chi non ricorda una formetta di gustosa cotognata nella cartella di scuola? Da mangiare fresca o essiccata al sole, la cotognata un tempo era tra i "dolci" più diffusi

Il raperonzolo

In cucina del raperonzolo si possono utilizzare sia i getti primaverili che le foglie per confezionare eccellenti insalate, ma quello che più stimano gli intenditori sono le radici, simili a quelle della rapa, ma purtroppo assai più piccole. Esse si consumano preferibilmente fresche dopo averle pulite e condite con un filo d'olio e una presa di sale.


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.