Un'Italia a tavola

Tagliata all'Aretina.. la proposta dell'Osteria La Corte dell'oca di Subbiano-Arezzo- per Un'Itàlia

Le carni in Toscana  sono eccellenti: nell'allevamento dei bovini la razza principale presente  è la chianina,la cui carne  si caratterizza per sapore e aroma tutti particolari, da cui si ottengono la bistecca alla fiorentina, il peposo.. e la tagliata

ACQUACOTTA ..la proposta dell'Agritur. La Carlina di Magliano (Gr) per Un'Itàlia

Il piatto è sicuramente realizzabile con tutti prodotti locali essendo il piatto in uso agli antichi boscaioli che smacchiavano per mesi restando lontani da casa, avevani necessità di nutrirsi con piatti semplici e al tempo stesso nutrienti.

Pubblicazioni News

14

Rotzo (Vi) deve la sua notorietà sopratutto alla  sua patata che vanta un’antica tradizione agricola.Inizialmente coltivata come alimento per animali, finita poi, nel tardo '700, sulle tavole vicentine quale ingrediente protagonista nella  preparazione di piatti locali.

 

 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE
Dosi impasto gnocco:
250 gr. di patate cotte e passate
50 gr. di farina
35 gr. di burro fuso
35 gr. di uovo intero miscelato
20 gr. di parmigiano
sale, pepe, noce moscata

Altri ingredienti:
500 gr. di radicchio di Treviso, aceto balsamico,olio extra vergine d’oliva, sale e pepe
n° 30 fettine di lardo, di cm. 4x6, tagliate sottilissime
20 gr. di lardo tagliato a listarelle sottili


PROCEDIMENTO:
Impastare le patate con sale, noce moscata, parmigiano e pepe, aggiungere il burro fuso e dopo che l’impasto si è raffreddato aggiungere le uova, infine incorporare la farina e formare gli gnocchi lavorando il composto velocemente.

Pulire il radicchio e lavarlo, tagliarlo a listarelle, scottarlo in olio extra vergine d’oliva e aceto aggiustando di sale e pepe.

Cuocere in acqua salata gli gnocchi: quando riemergono pescarli e tuffarli in una padella con dell’olio e le listarelle di lardo. Padellare gli gnocchi con l’aggiunta di parmigiano e appoggiarli sul letto di radicchio,  bardare gli gnocchi con le fettine di lardo.

Per la guarnizione fare dell’olio al prezzemolo: frullare 50 ml. di olio extra vergine d’oliva con 50 gr. di foglie di prezzemolo.

 

www.lapeca.it

 

Pubblicato in: Un'Itàlia
2608

Sapori dimenticati

In Italia non si conoscono più le varietà ortofrutticole e abbiamo un'alimentazione che si è impoverita.

La meccanizzazione dell’agricoltura ha spazzato via le vecchie varietà ortofrutticole

Il "Frico" Friulano

La prima ricetta scritta, con il nome di “Caso in patellecte” si trova nel “Libro de arte coquinaria” di Maestro Martino


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.