Un'Italia a tavola

Manzo all'olio di Rovato..la proposta dell'assoc. Strada del Franciacorta (Bs) per "Un'Itàlia"

Pare che le origini di questo piatto siano a Rovato, in Franciacorta, e risalgano al Cinquecento.

Maltagliati ai ceci e vongole... proposta da Francesca per "Un'Itàlia"

La cucina romana ci regala una classica ricetta che sposa la freschezza del mare con i profumi  dei legumi, è un abbinamento  eccellente, il gusto è irresistibile e sorprendente. Il binomio di sapori indovinatissimo.

Pubblicazioni News

23

Il “Capun de galera” è un  piatto freddo caratteristico di Armo   tramandato da madre in figlia fino ai giorni nostri. E’ composto  di verdure di stagione. Il nome “Capun de Galera” probabilmente sta a significare il legame che questo piatto ha con quello omonimo tipico della costa, preparato con il pesce al posto delle verdure e mangiato dai marinai sulle “galere” (navi)  in quanto poteva essere conservato per lungo tempo.

 

Non può mancare la più antica “scorzonera”, poi carote novelle, fagiolini freschi, zucche trombette e bietole rapa  tagliate in striscioline allungate e bollite per pochi minuti.
Una volta fredde, vengono disposte su crostini di pane integrale (cotto nei tradizionali forni a legna), imbevuto di aceto e cosparso con una salsa verde ricavata da un’antica ricetta gelosamente custodita dagli abitanti di questo paese.
Le verdure vengono mischiate sapientemente con la salsa piccante  e impilate in forma conica come un’antica carbonaia di legna; per questo motivo il piatto viene chiamato anche “carbunera”come facevano  un tempo i boscaioli per procurarsi il carbone con la legna dei nostri boschi.
 

Pubblicato in: Un'Itàlia
2759

Sapori dimenticati

Il frutto dimenticato... Il Mirabolano

I frutti del mirabolano sono sferici, con epidermide glabra, priva di tomento; ci sono varietà a frutto rosso e di mirabolano a frutto giallo
I fiori compaiono all’inizio della primavera, sono piccoli,con petali di colore bianco o rosato, singoli o riuniti in piccoli grappoli.

Il "Frico" Friulano

La prima ricetta scritta, con il nome di “Caso in patellecte” si trova nel “Libro de arte coquinaria” di Maestro Martino


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.