Un'Italia a tavola

I Vincisgrassi ..la proposta del Rist.Trattoria da Ezio-Macerata- per Un'Itàlia

Secondo alcuni questo piatto tipico del Maceratese , ma conosciuto nella tradizione in tutta la regione fin dall'Ottocento, vede la sua origine dall'inventiva del cuoco personale di un generale austriaco di stanza ad Ancona durante le guerre napoleoniche. Ma la ricetta era già documentata nel manuale gastronomico "Il Cuoco Maceratese" di A.Nebbia nel 1784

Un'Itàlia: i 150 piatti che più rappresentano la cultura gastronomica italiana

Peposo alla Fornacina..Di questo piatto si hanno testimonianze sin dal XIII secolo, si narra infatti che i fornacini dell'Impruneta, cittadina alle porte di Firenze con antica tradizione nellla produzione del cotto, usaserro prepare questo piatto, sfruttando i forni per la cottura delle tegole destinate alla copertura della cupola del duomo di Firenze. proposto da Locanda Il Gallo

Pubblicazioni News

26

 Festa dell’Olio Novello di Vetralla

Torna l’appuntamento con “Sì…V’OLIO”, la manifestazione interamente dedicata al prodotto d’eccellenza del territorio vetrallese, l’olio d’oliva, frutto della fatica e della passione dei olivicoltori locali

La manifestazione, organizzata dall’Amministrazione Comunale e sostenuta dal Consiglio Regionale del Lazio, dalla Provincia di Viterbo, dal CAT Confesercenti Viterbo, dalla Camera di Commercio di Viterbo e dalla locale Pro Loco, è giunta alla XVI^ edizione.

Dal 27 al 29 ottobre si vivrà un weekend di sapori ed emozioni fra stand espositivi, degustazione prodotti tipici, visite guidate al centro storico di Vetralla e  presso i frantoi locali. La Festa dell’Olio Novello  quest’anno si arricchisce di ulteriori novità: VISITUSCIA iniziativa promocommerciale con educational dedicato agli operatori professionali italiani e esteri.

Il ricco programma 

636

Sapori dimenticati

Il "Frico" Friulano

La prima ricetta scritta, con il nome di “Caso in patellecte” si trova nel “Libro de arte coquinaria” di Maestro Martino

Gli strigoli

Questa erba selvatica poco conosciuta è caratteristica per il suo sapore leggermente amarognolo, e si raccoglie principalmente in primavera inoltrata, quando è fiorita, con i caratteristici fiori bianchi o rosa a palloncino.


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.