Cibo e territorio.. un legame indissolubile

 

Pubblicazioni News

20

La Cantina Perlage, in collaborazione con Legambiente Valle del Soligo, ripropone il Cineforum “Il Cinema in Cantina”, questa volta in versione Green Edition.
I quattro film che sono stati scelti per l’occasione si snodano attorno al tema ambientale e saranno proiettati in quattro serate, ciascuna legata ad un colore, ad un gusto, ad un vino e ad un libro.
Si parte con la proiezione del primo docu-film Senza Trucco, Il documentario sulle donne del vino naturale, nella Serata Rosa, mercoledì 11 aprile alle ore 20.00. Ogni film verrà introdotto dalla lettura di un passo di un libro scelto dal gruppo Colibri di Farra di Soligo, legato ad uno dei temi del film e sarà seguito dalla degustazione di un prodotto tipico del territorio narrato nel film e accompagnato da un vino speciale di casa Perlage.
Mercoledì 18 aprile protagonista della Serata Gialla sarà La Transumanza della Pace, film che evidenzia la solidarietà e il risollevamento economico possibile attraverso la collaborazione tra i popoli. 

Ospite speciale della serata, il regista Gianbattista Rigoni Stern.
Mercoledì 2 maggio, durante la Serata Rossa, avremo Langhe Doc, documentario relativo al disagio edilizio nella terra del vino. Infine, l’ultima serata, il 9 maggio Serata Verde, sarà dedicata a Il vento fa il suo giro, fenomeno del cinema italiano d’autore degli ultimi anni, che racconta lo spopolamento dei paesini di montagna.


Tutte le serate si terranno in Cantina Perlage, in Via Cal del Muner 16 a Soligo, alle 20.00.
Un modo saporito per trascorrere assieme una piacevole serata primaverile all’insegna del cinema che si gusta con gli occhi…e con la bocca!

info

Pubblicato in: Eventi- serate
769

Un'Italia a tavola

Risotto giallo con luganega ..la propostya di Luganega di Monza di VeranoBrianza per Un'Itàlia

E' un risotto preparato con la quasi ormai dimenticata salsiccia tipica monzese "la luganega di Monza". Risotto che, la tradizione vuole, è d'obbligo mangiare l'ultimo giovedì di gennaio in occasione del rogo della Giubbiana. Una rimanenza di festa celtica durante la quale un fantoccio raffigurante una strega viene bruciato con un sottofondo molto rumoroso. Bruciandola ci si sarebbe protetti dagli influssi negativi e si avrebbe goduto di salute e prosperità

Risotto con formaggio di fossa accompagnato con marmellata di fichi e scalogno al sale di Cervia .. la proposta della Lady Chef Albarosa Zoffoli -Gatteo (FC) per Un'Itàlia

Il formaggio "IL FOSSA" di Sogliano al Rubicone deve il nome al fatto che la sua stagionatura avviene in ambienti sotterranei speciali, le "fosse", di probabile origine medievale scavati nel tufo

Sapori dimenticati

Il "Frico" Friulano

La prima ricetta scritta, con il nome di “Caso in patellecte” si trova nel “Libro de arte coquinaria” di Maestro Martino

Aglio orsino

Per le persone i cui spiriti vitali si risvegliano solo lentamente dopo il lungo  periodo invernale e per chi sente ancora nelle membra e nell’umore la fredda  stagione è caldamente consigliato l’aglio orsino, simbolo della forza


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.