Cibo e territorio.. un legame indissolubile

 

Pubblicazioni News

20

La Cantina Perlage, in collaborazione con Legambiente Valle del Soligo, ripropone il Cineforum “Il Cinema in Cantina”, questa volta in versione Green Edition.
I quattro film che sono stati scelti per l’occasione si snodano attorno al tema ambientale e saranno proiettati in quattro serate, ciascuna legata ad un colore, ad un gusto, ad un vino e ad un libro.
Si parte con la proiezione del primo docu-film Senza Trucco, Il documentario sulle donne del vino naturale, nella Serata Rosa, mercoledì 11 aprile alle ore 20.00. Ogni film verrà introdotto dalla lettura di un passo di un libro scelto dal gruppo Colibri di Farra di Soligo, legato ad uno dei temi del film e sarà seguito dalla degustazione di un prodotto tipico del territorio narrato nel film e accompagnato da un vino speciale di casa Perlage.
Mercoledì 18 aprile protagonista della Serata Gialla sarà La Transumanza della Pace, film che evidenzia la solidarietà e il risollevamento economico possibile attraverso la collaborazione tra i popoli. 

Ospite speciale della serata, il regista Gianbattista Rigoni Stern.
Mercoledì 2 maggio, durante la Serata Rossa, avremo Langhe Doc, documentario relativo al disagio edilizio nella terra del vino. Infine, l’ultima serata, il 9 maggio Serata Verde, sarà dedicata a Il vento fa il suo giro, fenomeno del cinema italiano d’autore degli ultimi anni, che racconta lo spopolamento dei paesini di montagna.


Tutte le serate si terranno in Cantina Perlage, in Via Cal del Muner 16 a Soligo, alle 20.00.
Un modo saporito per trascorrere assieme una piacevole serata primaverile all’insegna del cinema che si gusta con gli occhi…e con la bocca!

info

Pubblicato in: Eventi- serate
617

Un'Italia a tavola

Laina e fasuli.. la proposta della Proloco Casali di Faicchio (BN) per Un'Itàlia

Piatto povero tipico di Faicchio. La mattina andando ai campi si mettevano a cuocere i fagioli nel classico ti anello (contenitore in terracotta) vicino al fuoco, per ore a fuoco lento.Una volta tornati dai campi si completava il piatto come segue.

Tapulone alla bochese .. la proposta della Pro Loco Boca (No) per "Un'Itàlia"

"Per comprendere ed apprezzare il vino, è consigliabile studiare l’ambiente che lo produce”. Questo detto antico si rivela particolarmente saggio a proposito del vino di Boca che, oltre ad essere un'ottimo vino da pasto, è un'ingrediente essenziale in molti piatti tradizionali locali.

Sapori dimenticati

La Mela Cotogna..simbolo d’amore e di fecondità.

Introdotta in tempi antichissimi era già conosciuta presso i greci e i romani che la consumavano cruda con il miele o per produrre una specie di sidro, simbolo d’amore e di fecondità.

Il frutto dimenticato: la nespola

Nella tradizione contadina era considerato un frutto ricco di proprietà (in effetti è ricco di fibre, zuccheri, sali minerali, acidi organici e vitamina A). Ma non solo: i contadini se ne servivano anche per scandire il passare delle stagioni.


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.