Ricerca per territorio


Ricerca

Friuli Venezia Giulia

Un'Itàlia a Good

 

I risultati del Progetto "Un'Itàlia. 150 piatti, 150 vini" - promosso da SapereSapori in collaborazione con le Città del Vino, l'Associazione Internazionale Iter Vitis e il Concorso Enologico Internazionale La Selezione del Sindaco in occasione dell’anniversario dell’Unità d’Italia -  sono ora disponibili in forma editoriale nel volume “Un’Itàlia, 150 piatti 150 vini 150 territori”.

Un'occasione di regalare e regalarvi un percorso che vi accompagna in un tour tutto italiano, a spasso fra quei sapori “di casa” che danno… gusto alla vita... prenota qui

Elenco dei 150 piatti selezionati e abbinati ai Vini di "Selezione del Sindaco"

 
Doba Cuneese

Proposto da: Le Fanfaron Bistrot
www.fanfaron.it

Piatto n. 65

RUIT-HORA Barbera d’Alba DOC 2005 Az. Agr. GHIOMO DI ANFOSSI GIUSEPPINO  GUARENE  CN medaglia argento 2009

 
TORTA DOLCE AL RADICCHIO BIANCO MANTOVANO

Proposto da: Agriturismmo Nuvolino
www.agriturismonuvolino.it

Piatto n. 126

PASSITO LE CIME ALTO MINCIO IGT 2008 SOC. AGR. RICCHI F.LLI STEFANONI S.S. MONZAMBANO MN medaglia oro 2011

 
Torta paesana brianzola

Proposto da: proloco Ceriano
www.prolococerianolaghetto.it

Piatto n. 51: PASSITO LE CIME ALTO MINCIO IGT 2008 SOC. AGR. RICCHI F.LLI STEFANONI S.S. MONZAMBANO MN medaglia oro 2011

 

 
Soufflè ai Lampascioni su crema di ricotta caprina e caciocavallo podolico croccante

Proposto da: Don Matteo Ristorante
www.donmatteoristorante.com/

Piatto n.129

GESUALDO DA VENOSA AGLIANICO DEL VULTURE DOC 2007 CANTINA DI VENOSA S.C.A.R.L.  VENOSA  PZ medaglia oro 2011

 
Zuppa del Pescatore

Proposto da: Pro Loco di Fiumicino
www.prolocofiumicino.it

Piatto n. 27:

VILLA SANTA  FRUSINATE IGT 2008  VINI GIOVANNI TERENZI IN SERRONE  FR medaglia argento 2009

principali  vini della Ciociaria sono, nell’area nord: il Cesanese del Piglio, vitigno autoctono ( rosso) e la Passerina del Frusinate (bianco IGT )
Autoctono dell’Italia centro-orientale, dove è conosciuto con i sinonimi di: Cacciadebiti, Caccione, Uva passera, Uva d’oro (nessuna omonimia con il sinonimo del vitigno Fortana), Uva Fermana e Trebbiano di Teramo, così chiamato in Abruzzo. Della Passerina ancora non si conoscono con certezza le origini del suo nome, appaiono scontati i collegamenti con i suoi sinonimi come Pagadebiti, Cacciadebiti e Uva d’Oro che fanno riferimento all’abbondante produttività, garantendo così un buon reddito per i viticoltori (forse in un’altra epoca!). La Passerina è un vitigno a bacca bianca diffuso principalmante nel Sud delle Marche, esattamente nelle zone a vocazione vitivinicola del Piceno, diffuso e coltivato anche in Abruzzo, nel Lazio nella zona del Frusinate per molti considerata la terra natia della Passerina.

 
Pappafuocchie

Proposto da: Le Cannardizie
www.lecannardizie.it

Piatto n. 31:

SIGILLUM  CESANESE DI OLEVANO ROMANO DOC 2006 AZ. AGR. MIGRANTE OLEVANO ROMANO RM medaglia oro 2010

 

Il Sigillum è il vino sul quale si concentrano le maggiori attenzioni dell'azienda.
le migliori uve dei nostri vigneti danno vita a questo vino dal sapore morbido e rotondo,dal profumo intenso e dal particolare colore rosso rubino tendente al granato.Vinificato in serbatoi d'acciaio a temperatura controllata riposa poi in piccole botti di rovere per un anno e affinato in bottiglia per almeno 24 mesi

Vino rosso che può essere prodotto nella versione secco o asciutto. Sapore morbido e leggermente amarognolo, profumo delicato e caratteristico del vitigno di base. Il colore è rosso rubino tendente al granato con l’invecchiamento.
I vitigni utilizzati sono Cesanese di Affile, Cesanese comune con la presenza di Sangiovese, Montepulciano, Barbera, Trebbiano toscano, Bombino bianco (Ottonese).
L’origine dle Cesanese di Olevano Romano si perde in epoca pre-romana e la sua diffusione nell’antichità si deve agli Etruschi.
Il Cesanese di Olevano Romano ha ottenuto il riconoscimento di Denominazione di Origine Controllata con DPR 29 maggio 1973.

 
Abbacchio alla cacciatora

Proposto da: Ass.Tor Tre Ponti
www.tortreponti.com/

Piatto n. 34:

PRIMOLUPO LAZIO IGT 2009 CANTINE LUPO APRILIA LT medaglia argento 2011

Il Merlot Fu introdotto in Agro Pontino negli anni Trenta dai coloni Veneti che bonificarono le Paludi Pontine e nel 1966 gli fu riconosciuta la Denominazione di Origine Controllata. Tuttavia nel passato non fu opportunamente valorizzato, cosa che è riuscita successivamente grazie al progetto di ricerca e sperimentazione
E' un vitigno che sta donando grandi soddisfazioni ai produttori del Lazio è il Merlot, dal quale si ottengono vini di grande corpo e avvolgenza.

 
Bollito con Pearà

Proposto da: Associazione Strada del Vino Soave
www.stradadelvinosoave.com

Piatto n. 112

VICARIO SOAVE CLASSICO DOC 2010 CANTINA SOCIALE DI MONTEFORTE D'ALPONE S.C.A.   MONTEFORTE D'ALPONE  VR  medaglia argento 2011

 
Frascatula

Proposto da: Agriturismo SanGiovannello
www.sangiovannello.it

Piatto n. 84

BIANCO ALCAMO  ALCAMO O BIANCO ALCAMO DOC  2008 PRINCIPE DI CORLEONE - POLLARA SAS IN MONREALE PA medaglia argento  2009

 
Cacciucco Livornese

Proposto da: Ristorante Aragosta Livorno
www.aragostasrl.com

Piatto n. 90

LILLATRAIA MONTEREGIO DI MASSA MARITTIMA  DOC 2009 AZIENDA AGRICOLA CARRARECCIA  GR medaglia oro 2010

 
Trippa a Primavera

Proposto da: Co.Br.Ag.Or.

piatto n. 32

COLLINE DELLA MORRA ROSCIA CESANESE DI OLEVANO ROMANO DOC 2006 VITIVINICOLA BUTTARELLI  OLEVANO ROMANO  RM medaglia argento 2010

 

Questa è un’area storicamente vocata, a ridosso del confine che separa la doc Olevano Romano dalla docg Piglio. I terreni sono ricchi di sostanze minerali, le vigne hanno mediamente più di 30 anni e sono allevate sopra i 500 metri. Qui il cesanese ha un carattere unico e mostra tutto il suo splendore mediterraneo e la sua vigoria. Il vino è elaborato in acciaio e sosta in barriques nuove al 50% per sei mesi. Segue un ulteriore affinamento in vetro.

Vino rosso che può essere prodotto nella versione secco o asciutto. Sapore morbido e leggermente amarognolo, profumo delicato e caratteristico del vitigno di base. Il colore è rosso rubino tendente al granato con l’invecchiamento.
I vitigni utilizzati sono Cesanese di Affile, Cesanese comune con la presenza di Sangiovese, Montepulciano, Barbera, Trebbiano toscano, Bombino bianco (Ottonese).
L’origine dle Cesanese di Olevano Romano si perde in epoca pre-romana e la sua diffusione nell’antichità si deve agli Etruschi.
Il Cesanese di Olevano Romano ha ottenuto il riconoscimento di Denominazione di Origine Controllata con DPR 29 maggio 1973.

 
PAMPEPATO Ternano

Proposto da: club auto e moto "Il Magnete"
www.comune.amelia.tr.it

Piatto n. 99

VIN SANTO PUCCIARELLA  2007 COLLI DEL TRASIMENO DOC AZIENDA AGRICOLA PUCCIARELLA SRL   MAGIONE PG medaglia argento 2011

 
RAVIOLES DE CHASTELMANH

Proposto da: Ristorante La Font

Piatto n.68

BRUNO BROGLIA  GAVI O CORTESE DI GAVI DOCG 2009 BROGLIA LA MEIRANA  GAVI   AL medaglia argento 2011

Il Gavi o Cortese di Gavi è un vino bianco piemontese prodotto esclusivamente da vitigno cortese in provincia di Alessandria, è inoltre un vino DOCG

La disiplinare del vino bianco "Gavi" o "Cortese di Gavi" DOCG con la specificazione "tranquillo", "frizzante", "spumante" è riservata ai vini ottenuti da uve provenienti da vigneti, presenti in ambito aziendale, composti dal solo vitigno Cortese.
La resa massima di uva per ettaro dei vigneti, in coltura specializzata, destinati alla produzione dei vini di cui all'art. I non deve essere superiore a 9,5 tonnellate. La resa massima dell'uva in vino finito non deve essere superiore al 70%.
La uve destinate alla vinificazione devono assicurare ai vini a denominazione di origine controllata e garantita "Gavi" o "Cortese di Gavi" un titolo alcolometrico volumico naturale minimo di 9,50% vol. per le tipologie tranquillo e frizzante, e di 9,00% vol. per la tipologia spumante.
Di questo vitigno, benché di origini molto antiche, si hanno notizie risalenti soltanto a pochi secoli fa. Infatti, la prima descrizione abbastanza dettagliata dell'uva Cortese si trova nella ampelografia dei vitigni coltivati in territorio piemontese compiuta dal Conte Nuvolone, vicedirettore della Società Agraria di Torino, pubblicata nel 1798, dove l'uva Cortese viene così descritta: "ha grappoli alquanto lunghetti, acini piuttosto grossi, quando è matura diviene gialla ed è buona da mangiare, fa buon vino, è abbondante e si conserva"

 
CARABACCIA

Proposto da: RISTORANTE TRE ARCHI
www.ristorantetrearchi.com

Piatto n. 89

LILLATRAIA MONTEREGIO DI MASSA MARITTIMA  DOC 2009 AZIENDA AGRICOLA CARRARECCIA DI BENINI ROSSANA MASSA MARITTIMA  GR medaglia oro 2010

 
CREMA DI CECI CON PASTA DI CASTAGNE

Proposto da: ProLoco Montemurlo
www.prolocomontemurlo.prato.it

Piatto n. 93

CHIANTI CLASSICO AGOSTINO PETRI RISERVA  DOCG 2008 TENUTA VICCHIOMAGGIO S.R.L.  GREVE IN CHIANTI  FI medaglia oro 2011

 
Risotto del parco

Proposto da: ProLoco San Nazzaro Sesia

 BRUNO BROGLIA  GAVI O CORTESE DI GAVI DOCG 2009 BROGLIA LA MEIRANA  GAVI   AL medaglia argento 2011

 
Trota Fario alla griglia

Proposto da: Parco Laghi dei Reali
www.ristorantelaghideireali.it

Piatto n.133

MARINO SUPERIORE  DOC 2008 Az. Agr. BIOLOGICA RISERVA DELLA CASCINA  ROMA   medaglia argento 2009

 

Tipologia: Vino Bianco D.O.C.
Terreno: di origine vulcanica, media collina con buona esposizione al sole, buona ventilazione e buon equilibrio degli elementi minerali.
Colore: giallo paglierino
Profumo: vinoso, delicato con sentori di frutta e fiori
Sapore: secco o amabile, morbido e caratteristico, molto armonico.
Vitigni: Malvasia del Lazio 30%, Trebbiano Toscano 20%, Malvasia Rossa 30%,
con un 20% di vitigni autoctoni Bellone, Bombino e Trebbiano Giallo.
Vinificazione: in bianco con pressatura soffice e fermentazione a temperatura controllata a 16-18° in serbatoi d'acciaio.Queste caratteristiche, insieme alla passione e alla cura profusa  nella coltivazione e nella vinificazione, rendono questi vini  legati indissolubilmente al territorio dal quale sono prodotti: la Campagna Romana, paesaggio dai profumi decisi e dai colori intensi.

 
U TOCO COI FASOI (Sugo con i fagioli)

Proposto da: ProLoco Arcolana
www.prolocoarcolana.it

Piatto n. 39: NICCOLO' V RISERVA COLLI DI LUNI  ROSSO DOC 2004 CANTINE LUNAE BOSONI SRL ORTONOVO SP medaglia oro 2010

 
Maccheroni con le noci

Proposto da: club auto e moto "Il Magnete"
www.comune.amelia.tr.it

Piatto n. 96

VIN SANTO PUCCIARELLA  2007 COLLI DEL TRASIMENO DOC AZIENDA AGRICOLA PUCCIARELLA SRL   MAGIONE PG medaglia argento 2011

 
SUPA 'D COJ ( ZUPPA DI CAVOLI)

Proposto da: Pro Loco Fiorano

Piatto n. 67

RUIT-HORA Barbera d’Alba DOC 2005 Az. Agr. GHIOMO DI ANFOSSI GIUSEPPINO  GUARENE  CN medaglia argento 2009

 

Pagina 3 di 8Primo   Precedente   1  2  [3]  4  5  6  7  8  Prossimo   Ultimo   

 

 

In occasione dell'anniversario dell'unità d’Italia, SapereSapori in collaborazione con l’Associazione Città del Vino, si propone di raccogliere i 150 piatti tradizionali che più rappresentano le caratteristiche culturali e storiche di ogni territorio.
Partecipare è gratuito  e le ricette saranno raccolte e pubblicate attraverso le pagine del sito dedicate a questa iniziativa, al termine del censimento sarà realizzata un'apposita pubblicazione editoriale.
Copie della pubblicazione verranno messe a disposizione sia dei partecipanti al progetto sia distribuite in forma promozionale.