Ricerca per territorio


Ricerca

Friuli Venezia Giulia

Un'Itàlia a Good

 

I risultati del Progetto "Un'Itàlia. 150 piatti, 150 vini" - promosso da SapereSapori in collaborazione con le Città del Vino, l'Associazione Internazionale Iter Vitis e il Concorso Enologico Internazionale La Selezione del Sindaco in occasione dell’anniversario dell’Unità d’Italia -  sono ora disponibili in forma editoriale nel volume “Un’Itàlia, 150 piatti 150 vini 150 territori”.

Un'occasione di regalare e regalarvi un percorso che vi accompagna in un tour tutto italiano, a spasso fra quei sapori “di casa” che danno… gusto alla vita... prenota qui

Elenco dei 150 piatti selezionati e abbinati ai Vini di "Selezione del Sindaco"

 
Rustisciàna

Proposto da: Osteria La Rava e La Fava

Piatto n. 45 BUTTAFUOCO  OLTREPÒ PAVESE  DOC  DOC 2003 TENUTA LA COSTA DI CALVI GIUSEPPE  CASTANA  PV medaglia argento 2011

 
SUPA 'D COJ ( ZUPPA DI CAVOLI)

Proposto da: Pro Loco Fiorano

Piatto n. 67

RUIT-HORA Barbera d’Alba DOC 2005 Az. Agr. GHIOMO DI ANFOSSI GIUSEPPINO  GUARENE  CN medaglia argento 2009

 

 
Zuppa del Pescatore

Proposto da: Pro Loco di Fiumicino
www.prolocofiumicino.it

Piatto n. 27:

VILLA SANTA  FRUSINATE IGT 2008  VINI GIOVANNI TERENZI IN SERRONE  FR medaglia argento 2009

principali  vini della Ciociaria sono, nell’area nord: il Cesanese del Piglio, vitigno autoctono ( rosso) e la Passerina del Frusinate (bianco IGT )
Autoctono dell’Italia centro-orientale, dove è conosciuto con i sinonimi di: Cacciadebiti, Caccione, Uva passera, Uva d’oro (nessuna omonimia con il sinonimo del vitigno Fortana), Uva Fermana e Trebbiano di Teramo, così chiamato in Abruzzo. Della Passerina ancora non si conoscono con certezza le origini del suo nome, appaiono scontati i collegamenti con i suoi sinonimi come Pagadebiti, Cacciadebiti e Uva d’Oro che fanno riferimento all’abbondante produttività, garantendo così un buon reddito per i viticoltori (forse in un’altra epoca!). La Passerina è un vitigno a bacca bianca diffuso principalmante nel Sud delle Marche, esattamente nelle zone a vocazione vitivinicola del Piceno, diffuso e coltivato anche in Abruzzo, nel Lazio nella zona del Frusinate per molti considerata la terra natia della Passerina.

 
Carciofi alla giudia

Proposto da: Ass.Tor Tre Ponti
www.tortreponti.com/

Piatto n. 33: MARINO SUPERIORE  DOC 2008 Az. Agr. BIOLOGICA RISERVA DELLA CASCINA  ROMA   medaglia argento 2009

 

Durante il periodo romano, il Marino era noto come Albanum, e già da allora apprezzato e degustato nelle ville dei patrizi romani sui Colli Albani.

Nel 1536 il Sacro Romano Imperatore Carlo V, durante un banchetto allestito in occasione della sua visita a Roma, bevve del vino di Marino dando un giudizio positivo.

La vitivinicoltura ha sempre rappresentato la principale attività economica di Marino e dei marinesi: spesso veniva invocata l'intercessione della Madonna del Rosario detta "del Popolo", Immagine miracolosa custodita in una cappella laterale della Basilica di San Barnaba o dello stesso San Barnaba sulla vendemmia.

Nel 1898 le cronache dei giornali dell'epoca registrano tumulti a Marino, in seguito ad una devastante grandinata: il Governo dovette inviare nella cittadina il sottoprefetto con un reparto di Carabinieri a cavallo per riportare l'ordine.

Dal 1904 vennero concepite le Feste Castromenie, per sponsorizzare il vino marinese nell'ambito dell'Ottobrata romana. Nel 1924, per iniziativa del poeta romanesco di origini marinesi Leone Ciprelli, venne festeggiata la prima Sagra dell'Uva nel giorno delle festa della Madonna del Rosario, la prima domenica d'ottobre: in fondo il vino, Marino e la Vergine del Rosario erano da secoli collegati fra loro. Il sacro ed il profano si unirono così in una festa che ancora oggi attira migliaia di persone, ed è caratterizzata dal famoso "miracolo delle fontane che danno vino".

 
Bocconotti

Proposto da: Teramo Turismo

Piatto n. 146

 CLEMATIS COLLINE PESCARESI IGT 2006 AZ.AGR. CICCIO ZACCAGNINI SAS   BOLOGNANO   PE  medaglia oro 2011

 
TORTA AL FORMAGGIO O DI PASQUA

Proposto da: IAT.Comune Perugia
turismo.comune.perugia.it

Piatto n. 98

L'ARRINGATORE  COLLI PERUGINI  2007 DOC AGRICOLA GORETTI PRODUZIONE VINI S.R.L.   PERUGIA  medaglia argento 2011

 
TORTINO DI PATATE E TOPINAMBOUR

Proposto da: Osteria del Borgo
www.osteriadelborgo.eu

Piatto n. 66

BRUNO BROGLIA  GAVI O CORTESE DI GAVI DOCG 2009 BROGLIA LA MEIRANA  GAVI   AL medaglia argento 2011

Questo vino rappresenta la migliore produzione della Meirana. E' ottenuto dalle uve di vecchi vigneti impiantati negli anni 1953 e 1955. La resa dei vigneti in media nelle diverse vendemmie è dai 30 ai 40 q.li per ettaro. Le uve vengono raccolte in cassette e direttamente trasferite alle presse in modo che i grappoli vi arrivino integri. Le caratteristiche delle uve, per la loro ricchezza di struttura e acidità, permettono di ottenere questo vino adatto alla conservazione, mantenendo i profumi e la freschezza negli anni. Il nome Bruno Broglia è dato a questo vino in onore del fondatore dell'azienda agricola. Il Bruno Broglia si presenta di colore giallo paglierino con riflessi verdolini, brillante: il bouquet fine molto persistente, fruttato e ricorda l'aristocratico profumo delle uve da cui proviene. Si accompagna ottimamente sia con piatti a base di pesce sia con crostacei dove fa meglio risaltare le caratteristiche dell'alta cucina prodotto con uve Cortese del Comune di Gavi 100%
colore Giallo Paglierino intenso, profumo Fine, molto persistente, fruttato, sapore Morbido, equilibrato, dolcemente mentoso

 
Filetto di Luccio in carpione

Proposto da: Albergo Sacro Monte

Piatto n. 46: COLOMBARA CHARDONNAY GARDA COLLI MANTOVANI DOC 2008 FATTORIA COLOMBARA-SOC. AGR. GOZZI CESARE E FRANCO MONZAMBANO  MN medaglia argento  2011

 
Gnocchi di Malga o Gnocchi sbatui

Proposto da: Ristorante Jegher
www.jegher.it

Piatto n. 115

COLLI EUGANEI NOTTE DI GALILEO RISERVA  COLLI EUGANEI DOC 2006 CANTINA COLLI EUGANEI S.C.A.  VO PD   medaglia argento 2011

 
Baccalà con i porri

Proposto da: Terra mia Toscana
www.terramiatoscana.it

Piatto n. 92

LILLATRAIA MONTEREGIO DI MASSA MARITTIMA  DOC 2009 AZIENDA AGRICOLA CARRARECCIA  GR medaglia oro 2010

 
Trippe arcolane

Proposto da: ProLoco Arcolana
www.prolocoarcolana.it

Piatto n. 40: AUXO COLLI DI LUNI  ROSSO DOC 2008 CANTINE LUNAE BOSONI SRL ORTONOVO SP medaglia argento 2010
 

 
ALISANZAS A SA 'OSINKA (reginette tradizionali di Bosa)

Proposto da: Al gambero rosso
web.tiscali.it/algamberorosso/

Piatto n. 83

ARRUGA  CARIGNANO DEL SULCIS DOC 2006 SARDUS PATER   SANT'ANTIOCO  CA medaglia argento 2009

 
“Capun de galera”

Proposto da: ProLoco Armo

Piatto n. 38:

ETICHETTA GRIGIA COLLI DI LUNI VERMENTINO DOC 2009 CANTINE LUNAE BOSONI SRL ORTONOVO SP medaglia argento 2010

Etichetta grigia nasce da un’attenta scelta del giusto momento di raccolta delle uve, e da una fermentazione dei mosti rigorosa in vasca d’acciaio a temperatura controllata, con limitato utilizzo di solfiti. Si esaltano così freschezza ed eleganza percepite nel vino in note floreali e agrumate al profumo, e sapidità e equilibrio al gusto.
Il Colli di Luni Vermentino è un vino DOC la cui produzione è consentita nelle province della Spezia e Massa-Carrara.

 
Coniglio alla bergamasca

Proposto da: Ristorante La Sosta
www.ristorantelasosta.it

Piatto n. 44

MESSERNERO VALCALEPIO   DOC 2006 LE CORNE SRL SOCIETÀ AGRICOLA IN GRUMELLO DEL MONTE  BG medaglia argento

 
Tozzetti alle mandorle

Proposto da: Associazione "Strada del Vino Colli del Trasimeno"
www.stradadelvinotrasimeno.it

Piatto 106

  VIN SANTO PUCCIARELLA  2007 COLLI DEL TRASIMENO DOC AZIENDA AGRICOLA PUCCIARELLA SRL   MAGIONE PG medaglia argento 2011

 
Pappafuocchie

Proposto da: Le Cannardizie
www.lecannardizie.it

Piatto n. 31:

SIGILLUM  CESANESE DI OLEVANO ROMANO DOC 2006 AZ. AGR. MIGRANTE OLEVANO ROMANO RM medaglia oro 2010

 

Il Sigillum è il vino sul quale si concentrano le maggiori attenzioni dell'azienda.
le migliori uve dei nostri vigneti danno vita a questo vino dal sapore morbido e rotondo,dal profumo intenso e dal particolare colore rosso rubino tendente al granato.Vinificato in serbatoi d'acciaio a temperatura controllata riposa poi in piccole botti di rovere per un anno e affinato in bottiglia per almeno 24 mesi

Vino rosso che può essere prodotto nella versione secco o asciutto. Sapore morbido e leggermente amarognolo, profumo delicato e caratteristico del vitigno di base. Il colore è rosso rubino tendente al granato con l’invecchiamento.
I vitigni utilizzati sono Cesanese di Affile, Cesanese comune con la presenza di Sangiovese, Montepulciano, Barbera, Trebbiano toscano, Bombino bianco (Ottonese).
L’origine dle Cesanese di Olevano Romano si perde in epoca pre-romana e la sua diffusione nell’antichità si deve agli Etruschi.
Il Cesanese di Olevano Romano ha ottenuto il riconoscimento di Denominazione di Origine Controllata con DPR 29 maggio 1973.

 
Ciceri e tria (pasta e ceci salentina)

Proposto da: AnnaMaria Chirione Arnò
www.ilgustodeltacco.it

Piatto n.78

ARUCA SALENTO IGT  2008 AZ. AGR. SANTI DIMITRI DI VINCENZO VALLONE   GALATINA  LE medaglia argento 2009

 
Pici all'aglione

Proposto da: albergo roberta
www.albergoroberta.it

Piatto n. 95

VIGNE ALTE DI MONTALBIOLO  CARMIGNANO DOCG 2006 FATTORIA AMBRA  CARMIGNANO PO medaglia oro 2010

 
Polenta con la sapa

Proposto da: Agriturismo Coroncina
www.agriturismocoroncina.it

Piatto n.59

LACRIMA DI MORRO D'ALBA SUPERIORE LACRIMA DI MORRO D'ALBA DOC 2008 AZ. AGR. STEFANO MANCINELLI  MORRO D'ALBA AN  medaglia argento 2011

 
La Panzanella

Proposto da: Pro Loco Maiolo
www.prolocomaiolo.it

Piatto n.21: CHARDONNAY VIGNETI PRATOGRANDE COLLI BOLOGNESI DOC 2008 SOC. AGR. RIVABELLA DI LAZZARI D. LAZZARI R. ALVISI M.R. S.S. MONTE SAN PIETRO BO medaglia argento 2010

Pagina 4 di 8Primo   Precedente   1  2  3  [4]  5  6  7  8  Prossimo   Ultimo   

 

 

In occasione dell'anniversario dell'unità d’Italia, SapereSapori in collaborazione con l’Associazione Città del Vino, si propone di raccogliere i 150 piatti tradizionali che più rappresentano le caratteristiche culturali e storiche di ogni territorio.
Partecipare è gratuito  e le ricette saranno raccolte e pubblicate attraverso le pagine del sito dedicate a questa iniziativa, al termine del censimento sarà realizzata un'apposita pubblicazione editoriale.
Copie della pubblicazione verranno messe a disposizione sia dei partecipanti al progetto sia distribuite in forma promozionale.