Ricerca per territorio


Ricerca

Friuli Venezia Giulia

Un'Itàlia a Good

 

I risultati del Progetto "Un'Itàlia. 150 piatti, 150 vini" - promosso da SapereSapori in collaborazione con le Città del Vino, l'Associazione Internazionale Iter Vitis e il Concorso Enologico Internazionale La Selezione del Sindaco in occasione dell’anniversario dell’Unità d’Italia -  sono ora disponibili in forma editoriale nel volume “Un’Itàlia, 150 piatti 150 vini 150 territori”.

Un'occasione di regalare e regalarvi un percorso che vi accompagna in un tour tutto italiano, a spasso fra quei sapori “di casa” che danno… gusto alla vita... prenota qui

Elenco dei 150 piatti selezionati e abbinati ai Vini di "Selezione del Sindaco"

 
ACQUACOTTA

Proposto da: Agriturismo La Carlina
www.lacarlina.it

Piatto n. 91

MONTEREGIO DI MASSA MARITTIMA  DOC 2006 MORISFARMS SRL   MASSA MARITTIMA  GR medaglia argento 2009

 
Strascinate alle cime di rape,mollica di pane e acciughe

Proposto da: Osteria Piazzetta Cattedrale

Piatto n. 74

ROSATO BRINDISI  DOC 2007 RISVEGLIO AGRICOLO SOCIETÀ COOP. PER AZIONI   BRINDISI  medaglia argento 2009

 
Croste di polenta al forno

Proposto da: Agriturismo Bon Tajer
www.bontajer.it/

Piatto n. 113

CRODA RONCA COLLI DI CONEGLIANO  DOC 2003 BEPIN DE ETO SOC. AGR. DI CESCHIN ETTORE S.S.   SAN PIETRO DI FELETTO  TV medaglia oro 2011

 
TORTINO DI PATATE E TOPINAMBOUR

Proposto da: Osteria del Borgo
www.osteriadelborgo.eu

Piatto n. 66

BRUNO BROGLIA  GAVI O CORTESE DI GAVI DOCG 2009 BROGLIA LA MEIRANA  GAVI   AL medaglia argento 2011

Questo vino rappresenta la migliore produzione della Meirana. E' ottenuto dalle uve di vecchi vigneti impiantati negli anni 1953 e 1955. La resa dei vigneti in media nelle diverse vendemmie è dai 30 ai 40 q.li per ettaro. Le uve vengono raccolte in cassette e direttamente trasferite alle presse in modo che i grappoli vi arrivino integri. Le caratteristiche delle uve, per la loro ricchezza di struttura e acidità, permettono di ottenere questo vino adatto alla conservazione, mantenendo i profumi e la freschezza negli anni. Il nome Bruno Broglia è dato a questo vino in onore del fondatore dell'azienda agricola. Il Bruno Broglia si presenta di colore giallo paglierino con riflessi verdolini, brillante: il bouquet fine molto persistente, fruttato e ricorda l'aristocratico profumo delle uve da cui proviene. Si accompagna ottimamente sia con piatti a base di pesce sia con crostacei dove fa meglio risaltare le caratteristiche dell'alta cucina prodotto con uve Cortese del Comune di Gavi 100%
colore Giallo Paglierino intenso, profumo Fine, molto persistente, fruttato, sapore Morbido, equilibrato, dolcemente mentoso

 
Trota Fario alla griglia

Proposto da: Parco Laghi dei Reali
www.ristorantelaghideireali.it

Piatto n.133

MARINO SUPERIORE  DOC 2008 Az. Agr. BIOLOGICA RISERVA DELLA CASCINA  ROMA   medaglia argento 2009

 

Tipologia: Vino Bianco D.O.C.
Terreno: di origine vulcanica, media collina con buona esposizione al sole, buona ventilazione e buon equilibrio degli elementi minerali.
Colore: giallo paglierino
Profumo: vinoso, delicato con sentori di frutta e fiori
Sapore: secco o amabile, morbido e caratteristico, molto armonico.
Vitigni: Malvasia del Lazio 30%, Trebbiano Toscano 20%, Malvasia Rossa 30%,
con un 20% di vitigni autoctoni Bellone, Bombino e Trebbiano Giallo.
Vinificazione: in bianco con pressatura soffice e fermentazione a temperatura controllata a 16-18° in serbatoi d'acciaio.Queste caratteristiche, insieme alla passione e alla cura profusa  nella coltivazione e nella vinificazione, rendono questi vini  legati indissolubilmente al territorio dal quale sono prodotti: la Campagna Romana, paesaggio dai profumi decisi e dai colori intensi.

 
Peposo alla Fornacina Antica Ricetta

Proposto da: Locanda il Gallo
www.locandailgallo.it

Piatto n.88

CHIANTI CLASSICO RISERVA DOCG 2007 SOC. AGR. CASTELLO DI SAN DONATO IN PERANO SRL   GAIOLE IN CHIANTI SI medaglia oro 2011

 
Gnocchi di patate al ragù d'oca della mietitura

Proposto da: Ristorante Nànà
www.ristorantenana.it

Piatto n. 103

MONTEFALCO ROSSO RISERVA DOC 2007  AZ.AGR. PERTICAIA DI GUARDIGLI GUIDO   MONTEFALCO  PG medaglia argento 2011

 
Mezze maniche con broccoletti

Proposto da: Alessi Hotel
www.alessipalacehotel.com

Piatto n.138

STRADE SICILIA IGT 2008 ANTICA TENUTA DEL NANFRO VITICOLTORI BIOLOGICI   CALTAGIRONE   CT medaglia argento 2009

 
Gnocchi di castagne ai funghi porcini

Proposto da: Agriturismo La Palombella
www.lapalombella.it

Piatto n. 29

CASTORE LAZIO IGT 2010   CINCINNATO COOPERATIVA AGRICOLA ARL   CORI LT medaglia oro 2011

 

Vino di raffinata eleganza che racchiude in se la terra di origine, prende il nome dai mitici Dioscuri cui è dedicato l'antico tempio di Castore e Polluce i cui resti imponenti arricchiscono il patrimonio archeologico di Cori. Ottenuto dalla vinificazione in purezza del Bellone, uva di origine antica conosciuta anche come uva pane per la sua buccia sottile e delicata. Basse rese per ettaro e una accurata vinificazione originano un vino fragrante e delicatamente fruttato.
Il Bellone è diffuso principalmente nella zona di Roma. Già citato da Plinio con il nome di uva pantastica, in alcune zone viene chiamata anche uva panepoiché, perchè i suoi grossi e delicati acini venivano gustati dai contadini della zona insieme al pane.

 
LUMACHE IN PORCHETTA

Proposto da: Malvarina
www.malvarina.it

Piatto n.100

 BIZANTE  UMBRIA   IGT BROGAL VINI S.R.L.   BASTIA PG  medaglia argento 2009

 
Carciofi alla giudia

Proposto da: Ass.Tor Tre Ponti
www.tortreponti.com/

Piatto n. 33: MARINO SUPERIORE  DOC 2008 Az. Agr. BIOLOGICA RISERVA DELLA CASCINA  ROMA   medaglia argento 2009

 

Durante il periodo romano, il Marino era noto come Albanum, e già da allora apprezzato e degustato nelle ville dei patrizi romani sui Colli Albani.

Nel 1536 il Sacro Romano Imperatore Carlo V, durante un banchetto allestito in occasione della sua visita a Roma, bevve del vino di Marino dando un giudizio positivo.

La vitivinicoltura ha sempre rappresentato la principale attività economica di Marino e dei marinesi: spesso veniva invocata l'intercessione della Madonna del Rosario detta "del Popolo", Immagine miracolosa custodita in una cappella laterale della Basilica di San Barnaba o dello stesso San Barnaba sulla vendemmia.

Nel 1898 le cronache dei giornali dell'epoca registrano tumulti a Marino, in seguito ad una devastante grandinata: il Governo dovette inviare nella cittadina il sottoprefetto con un reparto di Carabinieri a cavallo per riportare l'ordine.

Dal 1904 vennero concepite le Feste Castromenie, per sponsorizzare il vino marinese nell'ambito dell'Ottobrata romana. Nel 1924, per iniziativa del poeta romanesco di origini marinesi Leone Ciprelli, venne festeggiata la prima Sagra dell'Uva nel giorno delle festa della Madonna del Rosario, la prima domenica d'ottobre: in fondo il vino, Marino e la Vergine del Rosario erano da secoli collegati fra loro. Il sacro ed il profano si unirono così in una festa che ancora oggi attira migliaia di persone, ed è caratterizzata dal famoso "miracolo delle fontane che danno vino".

 
spaghetti aglio e acciughe

Proposto da: ProLoco Arquà Polesine

Piatto 121

"Mina” Colli di Conegliano Bianco D.O.C. 2009 ASTORIA VINI  REFRONTOLO TV medaglia oro 2010

Pagina 8 di 8Primo   Precedente   3  4  5  6  7  [8]  Prossimo   Ultimo   

 

 

In occasione dell'anniversario dell'unità d’Italia, SapereSapori in collaborazione con l’Associazione Città del Vino, si propone di raccogliere i 150 piatti tradizionali che più rappresentano le caratteristiche culturali e storiche di ogni territorio.
Partecipare è gratuito  e le ricette saranno raccolte e pubblicate attraverso le pagine del sito dedicate a questa iniziativa, al termine del censimento sarà realizzata un'apposita pubblicazione editoriale.
Copie della pubblicazione verranno messe a disposizione sia dei partecipanti al progetto sia distribuite in forma promozionale.