Proposto da: Consorzio ProLoco Valle di Ledro
Caponec

 
 


La cucina della Valle di Ledro non differisce molto da quella tradizionale trentina, annovera però alcuni piatti locali molto appetitosi e sostanziosi, come la polenta di patate, la peverà e i caponec

 
 

Proposto da: Proloco Termoli
A' frettate chi lecette.. (frittata con alici)

 
 

Tutto il sapore del nostro mare in un piatto...

 
150 piatti, 150 territori » Primi »  piatto tradizionale Dettagli
  
Risotto al radicchio rosso di Verona I.G.P.
Proposto da:  

ProLoco Roveredo di Guà 


Via Alighieri, n. 10

37050

Roveredo di Guà

VR

0442.86014


Sito web:   www.veronaest.it
     

 

 
Descrizione:
 

Il Radicchio Rosso di Verona è un prodotto tipico della nostra zona la tavola contadina ne faceva utilizzo tutto l'anno. Nella bella stagione si consumavano i radicchi da taglio, crudi in insalata mentre erano giovani, anche se amarognoli e un po' duri, oppure lessati e passati in tegame con un po' di pancetta. Altri radicchi venivano invece seminati in estate ed erano consumati dall'autunno alla primavera come 'zermoi'.

 
Preparazione:
 

Ingredienti per 4 persone:

  Brodo misto di   Manzo e Cappone q.b.
GR. 350   Riso Vialone Nano I.G.P.
N. 1   Salsiccia
N. 2   Scalogni                             
N. 4   Cespi di Radicchio Rosso Di Verona I.G.P.
N. 1   Bicchiere di Vino Bianco
N. 1   Decilitro d’olio Extravergine  D’oliva
N. 1   Cucchiaio  di Panna da cucina
N. 1   Noce di burro, Formaggio Grana a piacere Sale e Pepe  q.b.
Preparazione:
Lavate i cespi di radicchio e tagliateli in senso trasversale ad una larghezza di un centimetro circa scartando la parte bianca del torsolo centrale .

In un tegame mettete  il radicchio precedentemente tagliato  aggiungete un mestolino di brodo per evitare che attacchi sul fondo , a fuoco basso lasciatelo appassire per  30 minuti circa salate e pepate q.b.
Nel frattempo  in una padella precedentemente riscaldata  mettete  uno scalogno tritato finemente a coltello  con un cucchiaio d’olio,una volta rosolata aggiungete la salsiccia sminuzzata , quando  sarà rosolata   aggiungete mezzo bicchiere circa  di vino e fate  sfumare.
Un volta pronti gli ingredienti , prendete un tegame , mettete il secondo scalogno tritato con il rimanente olio a rosolare ,una volta pronto aggiungete il riso ,tenendo rimestato continuamente  fate tostare  il riso ,quando sarà ben caldo , aggiungete il vino rimanente  e fate sfumare.
A fuoco vivo  iniziate quindi ad aggiungere il brodo che avrete precedentemente portato in ebollizione.
Aggiungete la salsiccia ed il radicchio , poco a poco come serve aggiungete brodo tenendo mescolato, salate e pepate a piacere  , a fine cottura dopo venti minuti circa mantecare il tutto con burro e la panna  , infine aggiungete il formaggio a piacere , mescolate e servite

 
a questo piatto è stato abbinato il vino:
 

Piatto n. 119

CRODER COLLI DI CONEGLIANO 2008 DOC ASTORIA VINI REFRONTOLO TV medaglia argento 2011

 
 
 
 
  Filo diretto con ProLoco Roveredo di Guà  
 
Invia
 
     

 

 

 

Prodotti 45/89

Next >>

Ricerca

 

Proposto da: Proloco Termoli
Fiadone

 
 

Il fiadone è un tipico prodotto  abruzzese e molisano che si prepara per le feste pasquali, anche se si consuma tutto l’anno, sia nella versione salata, più diffusa nelle aree litoranee, che dolce, più diffusa nelle aree interne.

 
 

Proposto da: Pro Loco Oliveto Lucano
Scarpedd

 
 

Piccole frittelle  insaporite con del "vino cotto", ottenuto dalla bollitura del mosto dell'uva nel periodo della vendemmia

 

 
 

Proposto da: Pro Loco Cecchina
Ciambelline al vino.

 
 

La cucina tradizionale di Albano è molto legata a quella romana, ma conta anche piatti propri che utilizzano il broccolo di coltivazione locale, una varietà dal gusto più delicato (broccolo attufato, lesso coi broccoli), dolci che legano con il vino dei Castelli (ciambelline al vino) e quelle pietanze "povere", tipiche di un'antica cultura contadina, che utilizzano i prodotti dell'orto e le parti meno nobili della macellazione