Proposto da: Consorzio ProLoco Valle di Ledro
Caponec

 
 


La cucina della Valle di Ledro non differisce molto da quella tradizionale trentina, annovera però alcuni piatti locali molto appetitosi e sostanziosi, come la polenta di patate, la peverà e i caponec

 
 

Proposto da: Proloco Termoli
A' frettate chi lecette.. (frittata con alici)

 
 

Tutto il sapore del nostro mare in un piatto...

 
150 piatti, 150 territori » Secondi »  piatto tradizionale Dettagli
  
Germano reale allo spiedo
Proposto da:  

Ristorante "Trattoria Da Toni" 


Via Sentinis 1

33030

Gradiscutta

Varmo (UD)

0432.778003


Sito web:   www.datoni.net
     

 

 
Descrizione:
 

I piatti di selvaggina tradizionali nel Friuli non sono molto elaborati,.. saggiamente i cuochi locali preferiscono dare il massimo rilievo al sapore naturale delle carni, che sono di alta qualità

 
Preparazione:
 

“Masurìn tal spèt  e polènte zale te golòse”
Ingredienti:

n° 1 germano reale
gr 100 di pesto composto da lardo, cipolla, aglio,salvia e rosmarino
n° 2 fette di lardo
salvia,  rosmarino e alloro q.b.
polenta gialla fumante



Preparazione:

Si prenda un germano reale in pieno piumaggio, lontano possibilmente dalla stagione degli amori, lo si spiumi e svuoti fiammeggiandolo; si colmi  il ventre con un pesto preparato in precedenza (lardo triturato con cipolla e erbe), lo si fasci  con le fette di lardo, salvia ed un rametto di rosmarino assicurandone l’ aderenza mediante legatura. Così farcito e fasciato  lo si infili nello spiedo.
Dopo qualche tempo il germano si colorerà di un bel noce affocato e dal suo corpo cominceranno a colare gocce di un delizioso sughetto.
Dovrete avere cura di ungere spesso il germano con questo sugo in modo che rimanga sempre morbido.
A tre quarti di cottura, dopo circa un’ora, prendete grandi cucchiaiate di polenta gialla fumante e ponetela nella leccarda dello spiedo in modo che si imbeva del profumatissimo sugo.
Due foglie di alloro poste sulla polenta non guastano.
Il germano va servito caldo con la  polenta  accompagnato da un refosco dal peduncolo rosso.

 
a questo piatto è stato abbinato il vino:
 

Piatto n. 25: ROSSO D'ARGILLA VENEZIA GIULIA REFOSCO DAL PEDUNCOLO ROSSO IGT 2006 AZ. AGR. CROSATO GIOVANNI CIVIDALE DEL FRIULI UD medaglia argento 2011

 
 
 
 
  Filo diretto con Ristorante "Trattoria Da Toni"  
 
Invia
 
     

 

 

 

Prodotti 50/59

Next >>

Ricerca

 

Proposto da: Proloco Termoli
Fiadone

 
 

Il fiadone è un tipico prodotto  abruzzese e molisano che si prepara per le feste pasquali, anche se si consuma tutto l’anno, sia nella versione salata, più diffusa nelle aree litoranee, che dolce, più diffusa nelle aree interne.

 
 

Proposto da: Pro Loco Oliveto Lucano
Scarpedd

 
 

Piccole frittelle  insaporite con del "vino cotto", ottenuto dalla bollitura del mosto dell'uva nel periodo della vendemmia

 

 
 

Proposto da: Pro Loco Cecchina
Ciambelline al vino.

 
 

La cucina tradizionale di Albano è molto legata a quella romana, ma conta anche piatti propri che utilizzano il broccolo di coltivazione locale, una varietà dal gusto più delicato (broccolo attufato, lesso coi broccoli), dolci che legano con il vino dei Castelli (ciambelline al vino) e quelle pietanze "povere", tipiche di un'antica cultura contadina, che utilizzano i prodotti dell'orto e le parti meno nobili della macellazione