Proposto da: Consorzio ProLoco Valle di Ledro
Caponec

 
 


La cucina della Valle di Ledro non differisce molto da quella tradizionale trentina, annovera però alcuni piatti locali molto appetitosi e sostanziosi, come la polenta di patate, la peverà e i caponec

 
 

Proposto da: Proloco Termoli
A' frettate chi lecette.. (frittata con alici)

 
 

Tutto il sapore del nostro mare in un piatto...

 
150 piatti, 150 territori » Primi »  piatto tradizionale Dettagli
  
Cjalzòns
Proposto da:  

Ristorante "Al Castello" 


Via S.Bartolomeo 18

Fagagna

(UD)


0432 800185

Sito web:   www.ristorantealcastello.com
     

 

 
Descrizione:
 

I Cjalzòns o Cjalsòns o Cjarsòns sono il piatto caratteristico della Carnia. Un’unica e univoca ricetta non esiste, ogni vallata e ogni famiglia hanno il proprio modo di prepararli, chi più dolci, chi più aromatici, chi con le uova chi senza.
Ed è proprio questa varietà che mantiene viva ed interessante questa ricetta.

 
Preparazione:
 

Pistum:
300     gr. patate lesse, 300 gr. misto erbe “frite” lesse
(Erbe per frite Carnica: Tarassaco,germogli di luppolo,foglie di fragola,acetosa,piantaggine lanceolata,salvia di prato,strigole,germogli di lampone,ortiche,buon Enrico,farinaccio) ,gr. 100 ricotta affumicata grattugiata
n° 1 mela grattugiata,n° 1 scorza di limone grattugiata
gr. 20 cacao polvere,gr. 50 biscotti secchi tritati
gr. 100 uvetta passita/ fichi ammollati

Sfoglia:
gr. 500 patate lesse,gr. 200 farina 00,n° 2 uova,pizzico sale

Condimento:
gr. 200 burro,gr. 100 ricotta affumicata, cannella q.b.

Preparazione:

Amalgamare tutti gli ingredienti del “Pistum” e lasciare riposare.
Quindi preparare la sfoglia con le patate lesse schiacciate e amalgamate con la farina 00 e le uova.
Tirare la soglia non molto sottile e ricavarne dei dischetti con il bordo di un bicchiere rovesciato.
Farcire i dischetti con il “Pistum” richiuderli  e con le dita  imprimere la forma  detta “Cappello di Napoleone”.
Cucinare i Cjalzòns in acqua bollente salata, saranno pronti quando verranno a galla.
Condirli con il burro fuso e la  ricotta  affumicata con un pizzico di cannella

 
a questo piatto è stato abbinato il vino:
 

Piatto n. 23:

FRIULANO COLLI ORIENTALI DEL FRIULI TOCAI FRIULANO DOC 2009  FERNANDO PIGHIN & FIGLI S. AGR.P.A PAVIA DI UDINE UD medaglia argento  2010

 
 
 
 
  Filo diretto con Ristorante "Al Castello"  
 
Invia
 
     

 

 

 

Prodotti 16/89

Next >>

Ricerca

 

Proposto da: Proloco Termoli
Fiadone

 
 

Il fiadone è un tipico prodotto  abruzzese e molisano che si prepara per le feste pasquali, anche se si consuma tutto l’anno, sia nella versione salata, più diffusa nelle aree litoranee, che dolce, più diffusa nelle aree interne.

 
 

Proposto da: Pro Loco Oliveto Lucano
Scarpedd

 
 

Piccole frittelle  insaporite con del "vino cotto", ottenuto dalla bollitura del mosto dell'uva nel periodo della vendemmia

 

 
 

Proposto da: Pro Loco Cecchina
Ciambelline al vino.

 
 

La cucina tradizionale di Albano è molto legata a quella romana, ma conta anche piatti propri che utilizzano il broccolo di coltivazione locale, una varietà dal gusto più delicato (broccolo attufato, lesso coi broccoli), dolci che legano con il vino dei Castelli (ciambelline al vino) e quelle pietanze "povere", tipiche di un'antica cultura contadina, che utilizzano i prodotti dell'orto e le parti meno nobili della macellazione