Proposto da: Consorzio ProLoco Valle di Ledro
Caponec

 
 


La cucina della Valle di Ledro non differisce molto da quella tradizionale trentina, annovera però alcuni piatti locali molto appetitosi e sostanziosi, come la polenta di patate, la peverà e i caponec

 
 

Proposto da: Proloco Termoli
A' frettate chi lecette.. (frittata con alici)

 
 

Tutto il sapore del nostro mare in un piatto...

 
150 piatti, 150 territori » Secondi »  piatto tradizionale Dettagli
  
Trota Fario alla griglia
Proposto da:  

Parco Laghi dei Reali 


Via Tiburtina Valeria - Km 34.500

Tivoli

0774/418461-


Sito web:   www.ristorantelaghideireali.it
     

 

 
Descrizione:
 

ci troviamo a Tivoli in provincia di Roma.La  citta come tutta la vallata ha sempre subito un'enerme importanza dal fiume Aniene
Assieme all'Aniene viaggia la Trota Fario prodotto tipico e molto apprezzato fin dall'antichità ( Nerone aveva due laghetti artificiali
per allevarla vicino Subiaco, ed ancora oggi all'interno di Villa d'Este si possono ammirare le peschiere dove il Cardinale le allevava

 
Preparazione:
 

Una Trota Fario di 300 gr. , un rametto di alloro, sale pepe, olio extravergine di Tivoli, un limone e naturalmente una griglia a legna.Eviscerarla e lavarla
Mettere all'interno sale e pepe  ed una foglia di alloro appena colta dall'albero Adagiare il pesce sulla griglia avendo cura di non mettere una brace  troppo forte per non rischiare di bruciare l'esterno e lasciarla cruda  all'interno (alcune volte se la brace è troppo forte si ricopre con  cenere)Spennellare con un rametto di Alloro Olio e Limone precedentemente
emulsionati per vedere la cottura premere con il dito sulla groppa( deve essere morbida)Quando la trota è cotta mettere sotto la griglia brace viva per  favorire la doratura del pesce
Servire con una goccia di olio extravergine di oliva dei monti
Tiburtini ed uno spicchio di Limone ( io uso i miei, sempre di Tivoli)

 
a questo piatto è stato abbinato il vino:
 

Piatto n.133

MARINO SUPERIORE  DOC 2008 Az. Agr. BIOLOGICA RISERVA DELLA CASCINA  ROMA   medaglia argento 2009

 

Tipologia: Vino Bianco D.O.C.
Terreno: di origine vulcanica, media collina con buona esposizione al sole, buona ventilazione e buon equilibrio degli elementi minerali.
Colore: giallo paglierino
Profumo: vinoso, delicato con sentori di frutta e fiori
Sapore: secco o amabile, morbido e caratteristico, molto armonico.
Vitigni: Malvasia del Lazio 30%, Trebbiano Toscano 20%, Malvasia Rossa 30%,
con un 20% di vitigni autoctoni Bellone, Bombino e Trebbiano Giallo.
Vinificazione: in bianco con pressatura soffice e fermentazione a temperatura controllata a 16-18° in serbatoi d'acciaio.Queste caratteristiche, insieme alla passione e alla cura profusa  nella coltivazione e nella vinificazione, rendono questi vini  legati indissolubilmente al territorio dal quale sono prodotti: la Campagna Romana, paesaggio dai profumi decisi e dai colori intensi.

 
 
 
 
  Filo diretto con Parco Laghi dei Reali  
 
Invia
 
     

 

 

 

Prodotti 8/59

Next >>

Ricerca

 

Proposto da: Proloco Termoli
Fiadone

 
 

Il fiadone è un tipico prodotto  abruzzese e molisano che si prepara per le feste pasquali, anche se si consuma tutto l’anno, sia nella versione salata, più diffusa nelle aree litoranee, che dolce, più diffusa nelle aree interne.

 
 

Proposto da: Pro Loco Oliveto Lucano
Scarpedd

 
 

Piccole frittelle  insaporite con del "vino cotto", ottenuto dalla bollitura del mosto dell'uva nel periodo della vendemmia

 

 
 

Proposto da: Pro Loco Cecchina
Ciambelline al vino.

 
 

La cucina tradizionale di Albano è molto legata a quella romana, ma conta anche piatti propri che utilizzano il broccolo di coltivazione locale, una varietà dal gusto più delicato (broccolo attufato, lesso coi broccoli), dolci che legano con il vino dei Castelli (ciambelline al vino) e quelle pietanze "povere", tipiche di un'antica cultura contadina, che utilizzano i prodotti dell'orto e le parti meno nobili della macellazione