Proposto da: Consorzio ProLoco Valle di Ledro
Caponec

 
 


La cucina della Valle di Ledro non differisce molto da quella tradizionale trentina, annovera però alcuni piatti locali molto appetitosi e sostanziosi, come la polenta di patate, la peverà e i caponec

 
 

Proposto da: Proloco Termoli
A' frettate chi lecette.. (frittata con alici)

 
 

Tutto il sapore del nostro mare in un piatto...

 
150 piatti, 150 territori » Primi »  piatto tradizionale Dettagli
  
GNOCCHI DI PATATA DI ROTZO, RADICCHIO TREVIGIANO E LARDO DI MONTAGNA
Proposto da:  

Ristorante la Peca 


via Giovanelli, 2

36045 Lonigo (VI)

Tel. 0444.830214


Sito web:   www.lapeca.it
     

 

 
Descrizione:
 

 Rotzo (Vi) deve la sua notorietà sopratutto alla  sua patata che vanta un’antica tradizione agricola.Inizialmente coltivata come alimento per animali, finita poi, nel tardo '700, sulle tavole vicentine quale ingrediente protagonista nella  preparazione di piatti locali.

 
Preparazione:
 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE


Dosi impasto gnocco:
250 gr. di patate cotte e passate
50 gr. di farina
35 gr. di burro fuso
35 gr. di uovo intero miscelato
20 gr. di parmigiano
sale, pepe, noce moscata



Altri ingredienti:
500 gr. di radicchio di Treviso
aceto balsamico
olio extra vergine d’oliva
sale e pepe
n° 30 fettine di lardo, di cm. 4x6, tagliate sottilissime
20 gr. di lardo tagliato a listarelle sottili


PROCEDIMENTO:
Impastare le patate con sale, noce moscata, parmigiano e pepe, aggiungere il burro fuso e dopo che l’impasto si è raffreddato aggiungere le uova, infine incorporare la farina e formare gli gnocchi lavorando il composto velocemente.

Pulire il radicchio e lavarlo, tagliarlo a listarelle, scottarlo in olio extra vergine d’oliva e aceto aggiustando di sale e pepe.

Cuocere in acqua salata gli gnocchi: quando riemergono pescarli e tuffarli in una padella con dell’olio e le listarelle di lardo. Padellare gli gnocchi con l’aggiunta di parmigiano e appoggiarli sul letto di radicchio,  bardare gli gnocchi con le fettine di lardo.

Per la guarnizione fare dell’olio al prezzemolo: frullare 50 ml. di olio extra vergine d’oliva con 50 gr. di foglie di prezzemolo.

 

 
a questo piatto è stato abbinato il vino:
 

Piatto n. 111

CABERNET RISERVA TORRAI PIAVE CABERNET SAUVIGNON DOC 2006 AZ. AGR. CONTE COLLALTO  SUSEGANA TV medaglia oro 2011

 
 
 
 
  Filo diretto con Ristorante la Peca  
 
Invia
 
     

 

 

 

Prodotti 75/89

Next >>

Ricerca

 

Proposto da: Proloco Termoli
Fiadone

 
 

Il fiadone è un tipico prodotto  abruzzese e molisano che si prepara per le feste pasquali, anche se si consuma tutto l’anno, sia nella versione salata, più diffusa nelle aree litoranee, che dolce, più diffusa nelle aree interne.

 
 

Proposto da: Pro Loco Oliveto Lucano
Scarpedd

 
 

Piccole frittelle  insaporite con del "vino cotto", ottenuto dalla bollitura del mosto dell'uva nel periodo della vendemmia

 

 
 

Proposto da: Pro Loco Cecchina
Ciambelline al vino.

 
 

La cucina tradizionale di Albano è molto legata a quella romana, ma conta anche piatti propri che utilizzano il broccolo di coltivazione locale, una varietà dal gusto più delicato (broccolo attufato, lesso coi broccoli), dolci che legano con il vino dei Castelli (ciambelline al vino) e quelle pietanze "povere", tipiche di un'antica cultura contadina, che utilizzano i prodotti dell'orto e le parti meno nobili della macellazione