Proposto da: Consorzio ProLoco Valle di Ledro
Caponec

 
 


La cucina della Valle di Ledro non differisce molto da quella tradizionale trentina, annovera però alcuni piatti locali molto appetitosi e sostanziosi, come la polenta di patate, la peverà e i caponec

 
 

Proposto da: Proloco Termoli
A' frettate chi lecette.. (frittata con alici)

 
 

Tutto il sapore del nostro mare in un piatto...

 
150 piatti, 150 territori » Dolci »  piatto tradizionale Dettagli
  
Strudel
Proposto da:  

ProLoco Valle dei Laghi Trento Monte Bondone 



Sito web:  
     

 

 
Descrizione:
 

é un dolce conosciuto in tutto il mondo ma in Italia tradizionalmente viene preparato nelle terre che un tempo erano sotto la dominazione austro-ungarica, principalmente nel Trentino-Alto Adige

 
Preparazione:
 


- pasta sfoglia, 7/8 mele, 1 uovo, pinoli, noci, prugne secche, uva passa, biscotti secchi (pochi), zucchero, limone, cannella
 
Preparazione:
Stenderete la pasta sfoglia in un rettangolo di 30 x cm 70 cm circa sopra un canovaccio, tirandola sottilissima. Nel frattempo avrete previdentemente sbucciato ed affettato le mele (dopo avervi tolto il torsolo) e le avrete poste a macerare in una terrina con un cucchiaio di zucchero ed il succo di mezzo limone. Schiaccerete quindi i biscotti secchi fino a polverizzarli, e li porrete sul rettangolo di pasta sfoglia, nel senso della lunghezza. Sopra i biscotti metterete, nell'ordine: le prugne secche (a cui avrete prima tolto il nocciolo) a pezzetti, i pinoli, le noci (precedentemente sgusciate e spezzettate), le mele con il loro sughetto, l'uva passa, precedentemente fatta ammorbidire in un goccetto di cognac ed infine spolverizzerete il tutto con un bel pizzicone di cannella in polvere. A questo punto avvolgerete lo strudel su se  stesso, facendo ben attenzione a richiudere i bordi, di modo che non si possa aprire durante la cottura, lo trasferirete nella teglia e lo spennellerete con il tuorlo dell'uovo sbattuto in un po' di latte. Spolverizzerete infine il vostro strudel di zucchero semolato, e lo porrete in forno, precedentemente riscaldato, a cuocere per un'oretta circa. Sara' pronto quanto avra' assunto una bella colorazione rossastra (non nera).

 
a questo piatto è stato abbinato il vino:
 

Piatto n. 143

RUPE RÈ - VENDEMMIA TARDIVA SUPERIORE TRENTINO DOC 2007 CAVIT SC   TRENTO  medaglia argento 2010

 
 
 
 
  Filo diretto con ProLoco Valle dei Laghi Trento Monte Bondone  
 
Invia
 
     

 

 

 

Prodotti 14/24

Next >>

Ricerca

 

Proposto da: Proloco Termoli
Fiadone

 
 

Il fiadone è un tipico prodotto  abruzzese e molisano che si prepara per le feste pasquali, anche se si consuma tutto l’anno, sia nella versione salata, più diffusa nelle aree litoranee, che dolce, più diffusa nelle aree interne.

 
 

Proposto da: Pro Loco Oliveto Lucano
Scarpedd

 
 

Piccole frittelle  insaporite con del "vino cotto", ottenuto dalla bollitura del mosto dell'uva nel periodo della vendemmia

 

 
 

Proposto da: Pro Loco Cecchina
Ciambelline al vino.

 
 

La cucina tradizionale di Albano è molto legata a quella romana, ma conta anche piatti propri che utilizzano il broccolo di coltivazione locale, una varietà dal gusto più delicato (broccolo attufato, lesso coi broccoli), dolci che legano con il vino dei Castelli (ciambelline al vino) e quelle pietanze "povere", tipiche di un'antica cultura contadina, che utilizzano i prodotti dell'orto e le parti meno nobili della macellazione