Marche :La polenta co' la renga

Archivio

05

CUME SE FA:
La polenta se cocea 'ntel caldaro o 'ntel pentolò a fogo basso, mescolando tutto de continuo la farina gialla 'nte l'acqua salata. Intanto 'nte na padella se rosolava, in poco oio, la pansetta taiata a tocchetti e le salcicce levate dal budello, co' 'na presa de sale e una de pepe, e se facea rosolà. Quanno era tutto pronto, mi madre votava el pentolò in mezzo alla spianatora. Po' no' ce divertimie a stende la polenta alzando la spianatora ora de qua, ora de là. Quanno s'era formata la pellicina, se condia co' le salcicce, che se metteane 'ntel mezzo, e 'na sparninciata de cagio. Po', tracciati i confini, se 'ttaccava a magnà; i più furbi avanzavene subito verso el centro pe' 'gguantà un pezzo de salciccia. Allora erane scagnarate tremende! La polenta 'vanzata se magnava a cena o el giorno dobo. Se condia co' l'oio, la pansetta, el cagio; se mescolava e se mettea al forno, oppure se facea rosolà 'nte la padella o su la gratigola, 'ndò venia bella brustulita. Era bona multo be' pure quella!

4667