"turtei sguasaròt" (tortelli guazzarotti)

Archivio

01

E' la ricetta rivisitata di una preparazione molto più povera  dove era utilizzato un condimento chiamato "pearada" composto da vino cotto e pepe ed i tortelli erano ripieni soltanto con castagne.

Si fanno dei tortelloni con pasta all'uovo tirata a mano ripieni con mostarda, fagioli e castagne secche precedentemente lessati e ridotti in purea. Si lessano i tortelloni e si spadellano con un condimento precedentemente preparato con vino cotto e marmellata di prugne nelle dosi di 3 a 1. Si servono a temperatura ambiente.
il tortello guazzarotto..oggi è sempre piu' raro, legato ad ingredienti che stanno scomparendo.. un piatto di magro che solitamente veniva consumato il venerdi' come piatto unico

250 gr castagne secche, 150 gr di fagioli secchi (preferib. borlotti) 350 gr. di vino cotto, scorza di limone grattugiata, pane grattugiato, pepem 2 uova, 200 gr di farina bianca.

Mettere in ammollo le castagne e i fagioli il giorno prima. Pulire le castagne dalla loro pellicina e cuocerle in poca acqua. cuocere anche i fagioli e a cottura ultimata farne una purea insieme alle castagne uninedo 150 gr di vino cotto.
il condimento si prepara con il rimanente vino cotto unito ad un cucchiaio di pane grattugiato, la buccia di limone e una spolverata di pepe; far bollire il tutto a fuoco lento mescolando per dieci minuti. Preparare la pasta sfoglia con la farina e le uova e fare dei quadrati da riempire con l'impasto di castagne e fagioli preparato.i quadrati verranno piegati e chiusi sigillandoli con l'albume d'uovo.
In abbondante acqua salata verranno cotti e conditi con il sugo di vino cotto preparato. buonissimi sia caldi che freddi

immagine di:
Francesco del Circolo "La Contrada" di Bonizzo -Borgofranco sul Po (Mn)

9336