Pabassinas

Archivio

10

Il nome di questi dolci deriva dalla presenza dell'uva sultanina, detta appunto in sardo "pabassa". Sono presenti in tutte le più importanti feste dell'anno. Preparare una normale pasta frolla con 300 gr. di farina, 150 gr. di zucchero, 150 gr. di burro, 3 rossi d'uovo e la scorza grattuggiata di 1 limone. Impastare i vari ingredienti e, senza troppo lavorare la pasta, unire 100 gr. di gherigli di noci e 100 gr. di mandorle spellate, entrambi ben sminuzzati. In ultimo aggiungere 200 gr. di uvetta sultanina. Stendere la pasta dello spessore di un dito e ricavarne delle forme a piacere. I "pabassinus" più comuni in tutta la Sardegna hanno forma di piccoli rombi. Cuocerli in forno di medio calore per circa 30 minuti. Preparare la glassa facendo sciogliere sulla fiamma 5 o 6 cucchiai di zucchero in poca acqua. Immergere i "pabassinus" nella glassa bollente e quindi passarli di nuovo in forno appena caldo per pochi minuti.

..da Marta

Pubblicato in: Sardegna
3782