QUATTROSPINE COSTA D'AMALFI TRAMONTI ROSSO RISERVA DOC:il vino selezionato per Un'Itàlia

Archivio

08

QUATTROSPINE COSTA D'AMALFI TRAMONTI ROSSO RISERVA DOC 2009  SOCIETÀ AGRICOLA TENUTA SAN FRANCESCO SRL TRAMONTI SA medaglia argento 2011

Costa d’Amalfi: denominazione d’origine controllata TRAMONTI ROSSO

Questo vino dalle caratteristiche uniche trae origine dall’Aglianico-Tintore e il Piedirosso.
Proveniente dalle uve raccolte dai secolari vigneti , si caratterizza per colore rosso rubino carico, elegante freschezza, profumi di bosco, viole, con note di tabacco

Sulla sommità della Costa d'Amalfi, domina  la coltivazione del Tintore di Tramonti vitigno dalla bacche straordinariamente colorate che danno vita a vini adatti a lungo invecchiamento.Vitigno a bacca rossa, è noto per la sua caratteristica di conferire notevole colore al vino. Da origini a vini molto apprezzati e, concorre, come vitigno complementare, alla composizione della Doc Costa d'Amalfi rosso, sottozona Tramonti e, in misura minore, nelle sottozone Ravello e Furore.


TINTORE DI TRAMONTI

E' presente, quasi in modo esclusivo, nel comune di Tramonti, in provincia di Salerno. Il suo nome trae origine dalla caratteristica di conferire notevole colore (uva per colore) al vino.
Oltre che nel comune di Tramonti il vitigno è presente nella Valle dell'lrno e, sporadicamente, nelle aree vitate della Costiera Amalfitana (una certa similitudine della Tintore di Amalfi è ipotizzabile, secondo le descrizioni fatte dai diversi ampelografi campani deII'BOO, con la Tintora di Lanzara, sempre in provincia di Salerno.

E' allevato a pergola, in vecchie vigne, spesso a piede franco.

In alcuni casi concorre, come vitigno complementare, alla produzione del vino Doc Costa di Amalfi rosso, sottozona Tramonti, in misura minore alle sottozone Ravello e Furore.

Attualmente il Tintore (80%), unitamente al Piedi rosso (20%), dà origine, con una propria personalità, a un vino a'scippata prodotto dall'Azienda Agricola Apicella di Tramonti.

Il vino ottenuto (gr. al.: 14% vol.) si presenta di colore rosso carico, con riflessi violacei; il pro- fumo è intenso e persistente, con note fruttate (cerase) e spezie (pepe); subito caldo in bocca, dolce e morbido, la sensazione tannica è potente, ma matura; persistente e ampio il retrogusto.

PIEDIROSSO
Dopo l’Aglianico, è il vitigno a bacca rossa più diffuso a livello regionale. Il suo nome, a ricordo di una sua peculiarità morfologica del grappolo, deriva dal “per’ e palammo”, il colore dei pedicelli degli acini che ricorda la tinta della zampa dei colombi. Avendo una componente polifenolica minore e tannini più gentili dell’austero Aglianico, viene utilizzato in alcuni uvaggi per complemento di corpo. Diffusa è la sua vinificazione in purezza con brevi affinamenti in legno

 Strada del Vino Costa d'Amalfi

 

 

abbinato ai piatti di Un'Itàlia:

piatto n.11  Totani e Patate
Proposto da: Hostaria di Bacco

 

Pubblicato in: Campania, Vini
3931