HORAE GOLFO DEI POETI IGT: vino selezionato per Un'Itàlia

Archivio

11

HORAE GOLFO DEI POETI IGT 2008 CANTINE LUNAE BOSONI SRL ORTONOVO SP medaglia argento 2011

 

 

Vino rosso della liguria da uve Massareta, Merlot e Pollera Nera affinato in barriques.colore rosso porpora di ottima intensità, Profumo avvolgente ed intenso con sentori di frutta rossa e sottobosco, Sapore pieno, di grande corpo ed eleganza, con tannini morbidi che incedono al palato con equilibrio ed eleganza

Il Masseretta, anche conosciuto con il nome Barsaglia Nera, è   quasi sicuramente un indigeno vitigno toscano, esso ha scelto uno spazio molto piccolo nella propria regione d'origine e vi è rimasto fedele, decisione rispecchiata nel nome: la sua casa è la provincia di Massa Carrara,
Al momento attuale, i vini a base di Massaretta non rientrano nella DOC locale, la Candia dei Colli Apuani, e possono essere venduti solo come IGT Toscana, sebbene una produzione commerciale più consistente possa, alla lunga, cambiare questa collocazione legale. Le poche viti che hanno attraversato il vicino confine con la Liguria (la provincia di La Spezia, per essere precisi), invece, possono essere impiegate nei tagli della DOC Colli di Luni. Luni, storica città di origini romane, è nel territorio di Ortonuovo e Castelnuovo Lunigiana, che si estende dalle colline preludenti le Alpi Apuane al mar Ligure.
La sua diffusione è circoscritta in questa provincia. Sulla base dei risultati sperimentali acquisiti è dal giugno 2003 ammesso alla coltivazione, nell'intero territorio regionale,  quale varietà idonea alla produzione di vino.Pur essendo un vitigno individuato e conosciuto già alla fine del 1800,e nonostante sia iscritto al catalogo nazionale delle varietà di vite non lo si trova ad oggi propagato dai vivaisti.
La Barsaglina, nel contesto della rivalutazione del patrimonio ampelografico autoctono, appare pertanto vitigno di sicuro rinnovato interesse

Pollera Nera è un Vitigno diffuso nelle zone delle Cinque Terre e Massa Carrara. Concorre alla DOC Colli di Luni.venne menzionato per la prima volta dall’Acerbi nel 1825 come vitigno diffuso nelle zone delle Cinque Terre e Massa Carrara,generalmente viene vinificata in uvaggio con altre varietà locali


Merlot Il Merlot è un vitigno francese a bacca rossa originario della Gironda (Bordeaux)  il cui nome trae origine dalle razzie compiute dal merlotto  (il merlo  giovane), ghiotto delle sue uve dolci. Il Merlot  viene vinificato assieme ai Cabernet per produrre i celebri vini Bordeaux.  Era già un vitigno rinomato alla fine del 1700.
In Italia è giunto nel 1880, nel Friuli Venezia Giulia, e da li si è diffuso in Veneto e in Trentino Alto Adige. In queste regioni ha trovato delle condizioni ambientali molto favorevoli. Oggi il Merlot viene coltivato in tutta Italia e viene vinificato con risultati notevoli, sia da solo che in uvaggi con celebri vitigni locali (ad esempio il Sangiovese in Toscana).
Il Merlot è un vitigno che deve la sua diffusione sul territorio alla possibilità di interpretare il vino che se ne ottiene in modi diversi. Coltivato con elevate rese per ettaro (80-100 q.li ad ettaro) dà vini giovani di grande freschezza, giustamente acidi e tannici equilibrati nel gusto e nel tenore alcolico, in grado di soddisfare palati esigenti anche se consumato durante i pasti quotidiani. Quando le rese si abbassano sino a 20-30 q.li per ettaro, il Merlot si trasforma in un vitigno in grado di generare vini di grande struttura che bene si prestano ad una fermentazione lunga e ad una elevazione che può essere fatta o in tini di acciaio o in botti di rovere

 

 

 

  i Vigneti eroici:

  Le Cinque Terre, le vigne a picco sul mare

 

 

 

 

 

 

Strade del Vino

 

 

 

 

abbinato ai piatti di Un'Itàlia:

Piatto n.37.    Tomaxelle-Proposto da:B&B FIUME

Piatto n.41.    Frittata di borragine-Proposto da:ProLoco Arcolana

 

 

Pubblicato in: Liguria, Vini
4420