GARDA CLASSICO GROPPELLO RISERVA DEL FONDATORE DOC: vino selezionato per Un'Itàlia

Archivio

11

GARDA CLASSICO GROPPELLO RISERVA DEL FONDATORE DOC 2007 AZ. AGR. REDAELLI DE ZINIS di REDAELLI ALESSANDRO e UGO SOC. AGRICOLA   CALVAGESE DELLA RIVIERA   BS medaglia argento 2011

 

L’Azienda Agraria Vitivinicola Redaelli de Zinis, da sempre di proprietà alla Famiglia, è giunta ormai all’undicesima generazione ed opera nel Territorio del Garda Classico DOC dal lontano 1623, producendo vini, spumanti e distillati, ottenuti esclusivamente da uve maturate nei poderi aziendali.

I vigneti sono coltivati nel totale rispetto delle tradizioni contadine e dei sistemi eco-ambientali, senza utilizzare prodotti chimico-sistemici e diserbi.
I  mosti delle uve vengono fatti fermentare lentamente con un attento controllo delle temperature, ricorrendo all’uso del freddo, che rappresenta la più moderna tecnologia per la produzione di spumanti e vini superiori.


il Groppello “Riserva del Fondatore”con uve di Groppello (85%) e Marzemino surmaturo (15%).
*la “Riserva del Fondatore” si ottiene da uve selezionatissime, raccolte a mano.Dopo una fermentazione a temperatura controllata per oltre 90 giorni, i mosti vengono puliti a freddo e poi passati in grandi botti di rovere di Slavonia, ove riposano per almeno due anni, acquistando profumi e corposità.
Questo vino si produce soltanto nelle annate di eccellenza vendemmiale. La “Riserva del Fondatore” ha color rosso vivo con riflessi violacei
profumo intenso, tipico del Territorio gardesano, con forte sentore di spezie e frutta (amarene,ribes e lamponi) Sapore delicato retrogusto di mandorla amara, morbido con richiami minerali emergenti e note speziate, di corpo deciso e strutturato.
- Alcool: 12-13,5° gr (secondo le annate)

Il Garda classico Groppello è un vino DOC la cui produzione è consentita nella provincia di Brescia.

La tradizione popolare contadina bresciana è stata, da tempo memorabile, tenacemente fedele al riconoscimento delle qualità di un vitigno e di un vino caratteristico della Valtènesi: il Groppello. Trattasi di una appellazione che ha origini remote legate indubbiamente a caratteristiche morfologiche del grappolo del vitigno, contraddistinto da forma chiusa, serrata, compatta come una “pigna”, con etimologia certamente dialettale derivata dei vernacoli lombardi (grop) e veneti (gropo) e spesso alternata con la dizione di “pignola” per analogia di raffronto anatomico.
Pretendere di far risalire storicamente il Groppello, oggi coltivato per la maggior parte in Valtènesi, a nobili origini etrusche, romane o barbariche d’alto medioevo, significa giocare d’intuizione peraltro senza testimonianze certe o validi raffronti oggettivi.
Gli accostamenti che ne sono scaturiti nel contesto di vitigni disparati, depongono a favore ancor più dell’etimologia di natura morfologica della dizione Groppello.
Con questo nome infatti sono state indicate di volta in volta, e in tempi e zone diverse, viti assai dissimili con frutti addirittura bianchi o neri aventi peraltro sempre in comune il grappolo compatto a forma cilindroconica, con ali poco o punto pronunciate ed acini serrati. Attualmente in Valtènesi si distinguono tre biotipi di pregio di Groppello: il Gentile, il Mocasina e il S.Stefano.

 

E’ il vino più tipico della zona, un rosso delicato e di pronta beva, speziato con note fruttate, vellutato e piacevole, che si accompagna ai primi piatti saporiti, a carne di tutti i tipi e a formaggi di media stagionatura. Avendo cura di scegliere i vigneti migliori e talvolta a seguito di attenta cernita delle uve, dopo un invecchiamento di almeno due anni si ottiene il “Riserva”, prodotto più ricco, intensamente speziato di spezie dolci, corposo, di ottimo spessore gustativo, sempre molto avvolgente ma dalla tannicità morbida, adatto al medio invecchiamento, da abbinare a piatti saporiti di carni rosse, al tipico spiedo bresciano, a molti secondi della cucina regionale lombarda.

 

 

 

Il Garda Classico Doc guarda al futuro
Strada dei Vini e dei Sapori del Garda

 

 

 

 

abbinato ai piatti di Un'Itàlia:

Piatto n.47.    Polenta e Bruscit-Proposto da: Albergo Sacro Monte


 

Pubblicato in: Lombardia, Vini
3600