Salsa di acciughe piemontese

Archivio

29

Nel corso della sua storia, il Piemonte ha trovato nel vicino mar Ligure un’importante fonte di approvvigionamento alimentare, ricavandone prodotti da distribuire anche nell’entroterra, trasformati in conserve che potessero essere consumate a distanza di tempo. Le acciughe entrano così nella preparazione di altre salse tipiche della regione: ad Asti, ad esempio, vengono aggiunte al bagnett ross, un condimento a base di pomodoro, cipolla, aglio, carota, olio, aceto, peperoncino, zucchero e sale; a Biella sono invece ingrediente per il bagnett vert di prezzemolo, aglio, tuorlo d’uovo sodo, mollica di pane, aceto, sale, pepe e zucchero, secondo un’antica ricetta attribuita a Giovanni Vialardi, cuoco di Carlo Alberto di Savoia.

 


Salsa di acciughe
Ingredienti
4 acciughe
20 gr di burro
capperi
farina
1 limone
brodo
 
Preparazione
Tritare le acciughe, dopo averle dissalate e diliscate.
Far sciogliere il burro in una casseruola, unire le acciughe fino a farle disfare.
Aggiungere una punta di cucchiaio di farina, bagnare con un mestolo di brodo e farlo consumare a fuoco lento per circa 8 minuti.
Aggiungere un cucchiaio di capperi ben lavati e tritati e il succo di mezzo limone, mescolare e togliere quindi la casseruola dal fuoco.
 
Questa salsa accompagna bene sia le carni lesse che le verdure.

Pubblicato in: Piemonte
2618