"Mina” Colli di Conegliano Bianco D.O.C.: vino selezionato per Un'Itàlia'

Archivio

16

"Mina” Colli di Conegliano Bianco D.O.C. 2009 ASTORIA VINI  REFRONTOLO TV medaglia oro 2010

 

Il vino proviene da uve: Chardonnay, I.M. 6.0.13, Sauvignon.
L’uva vendemmiata e cernita manualmente in piccole ceste è portata alla cantina per la pressatura soffice e la decantazione statica del mosto. La fermentazione primaria avviata a 18/20°C con lieviti selezionati, in seguito viene condotta a 13/14° C in recipienti di acciaio, dove il vino continua la sua evoluzione anche a fermentazione ultimata. Questo permette di ottenere la massima espressione delle tonalità aromatiche fresche ed agrumate.
Dopo qualche mese di affinamento sulla “feccia nobile” durante il quale si complessa organoletticamente, si procede alla filtrazione ed all’imbottigliamento. Il dovuto riposo in bottiglia ne completa il carattere.
Colore: giallo paglierino, brillante, odore di frutta fresca con sentori floreali,sapore: asciutto, sapido, fresco.

I vini con denominazione Colli di Conegliano DOC si producono in una ventina di Comuni della provincia di Treviso, un'area abbastanza vasta che coincide per larga parte con la zona di produzione dei vini Conegliano di Valdobbiadene.

Nell'area di produzione dei Colli di Conegliano si producono quettro differenti vini; infatti, oltre ad un vino Bianco ed uno Rosso, da quest'area provengono anche due straordinari vini passiti, il Refrontolo Passito ed il Torchiato di Fregona.
Il Colli di Conegliano Bianco D.O.C.(ottenuto con diverse uve: Incrocio Manzoni, Pinot bianco e/o Chardonnay, Sauvignon e/o Riesling) è di colore giallo paglierino, profumo aromatico caratteristico, vinoso, ha un gusto sapido, secco, fine e vellutato. È un vino di classe, per certi aspetti anche impegnativo, piacevole, capace di accompagnare sia le pietanze classiche sia le carni: in questo senso è un vino completo e raffinato. La limitata produzione e le caratteristiche qualitative ne fa un vero vini d'élite.

Il Colli di Conegliano DOC Bianco si producono con un uvaggio complesso, composto per almeno il 30% da uve Incrocio Manzoni (clone 6.0.13), Pinot bianco e/o Chardonnay per almeno il 30%, ed uve Sauvignon e/o Riesling renano in percentuale non superiore al 10%. Il disciplinare esclude la possibilità di aggiungere uve da altri vitigni, pertanto, la parte restante dovrà forzatamente essere composta da uno dei vitigni già elencati.

Il bianco è un vino giovane, anche se necessita di qualche mese di affinamento in cantina prima di essere commercializzato. Ha un medio tenore alcolico (11% vol) e si presenta alla degustazione con un colore giallo paglierino, a volte intenso ed un profumo vinoso ed aromatico, con gradevoli note fruttate e floreali, che ricordano l'albicocca, la pera, il melone, la rosa e la salvia. Il sapore è secco e sapido, piuttosto fresco ed elegante, molto velutato; il finale è decisamente persistente con note fruttate ed aromatiche, a volte anche di frutti tropicali.

Eccellente  il Bianco,  un vino di classe, molto versatile, che può essere servito a tutto pasto, sia con il pesce che con la carne bianca: antipasti misti, risotti e piatti di pasta con pesce, verdure o formaggi, arrosti di pesce, carni bianche anche in salsa, e formaggi a media stagionatura.

IterVitis:

SOCI ORDINARI: Provincia di Treviso; Biblioteca Internazionale La Vigna (Vi)

 

Scheda Denominazione

 

 

 


abbinato ai piatti di Un'Itàlia:

Piatto n.121.    Spaghetti aglio e acciughe-Proposto da: ProLoco Arquà Polesine

Pubblicato in: Veneto, Vini
3858