TARUCCO CHARDONNAY SICILIA IGT : vino selezionato per Un'Itàlia

Archivio

16

TARUCCO CHARDONNAY  SICILIA IGT 2010 AZIENDA AGRICOLA GERACI   BISACQUINO  PA medaglia oro 2011


Nel 1382, per ordine di Re Martino, il Feudo di Tarucco, situato nella Sicilia centro-occidentale nei pressi di Contessa Entellina, passò al vassallaggio della Chiesa di Monreale che lo mantenne fino al 1812, ovvero sino a quando venne abolita la feudalità per la promulgazione della Costituzione Siciliana. Nella seconda metà dell'800 vi fu costruito un baglio, tipica costruzione rurale siciliana, al fine di trasformare le olive e le uve lì prodotte; vennero così edificati un "palmento" con annessa cantina ed un opificio per la lavorazione delle olive. Dal 1920 il fondo Tarucco appartiene alla famiglia Geraci che lo acquistò dalle famiglie Konig e Weidlich. Il fondo situato ad un'altitudine di 400-480 s.l.m. si estende su un terreno di natura argilloso-calcarea e sabbiosa, particolarmente vocato alla viticultura anche per la costante esposizione al sole e per le decise escursioni termiche tra il giorno e la notte. E' in atto un programma di valorizzazione e recupero con ammodernamento degli impianti, affiancando alle varietà autoctone una selezione accurata di vitigni internazionali.

Questo Bianco è ottenuto da uve Chardonnay in purezza, profumo ricco di agrumi, mela e melone  note minerali e lievi note tostate. Pulito,  abbastanza morbido, piccante, moderata acidità molto elegante, leggermente cremoso al palato,  finitura attraente

Lo Chardonnay, varietà internazionale a frutto bianco più diffusa al mondo, ha incontrato nella Sicilia l’habitat ideale per produrre vini dotati di singolare ricchezza e intensità aromatica. In Italia per tanto tempo è stato confuso con il Pinot Bianco e veniva erroneamente chiamato Pinot-Chardonnay,  per tale ragione è stato iscritto nel catalogo nazionale delle verietà di uva da vino solo nel 1978. Lo Chardonnay  è stato inizialmente coltivato con successo in Trentino e da lì si è rapidamente diffuso in tutta Italia, oggi riscuotono molto successo vini Chardonnay prodotti in Sicilia.
Dalla sua uva si ottiene un vino di grande pregio. Lo Chardonnay è uno dei più grandi vini bianchi secchi. Bevuto giovane affascina per la sua finezza e per l'equilibrio acido-alcolico, con spiccato sentore di mela come si può apprezzare nel Macônnais.

Il suo aroma profumato, fruttato e delicato lo rende inoltre adatto come base per spumanti e per i celebri Champagne Blancs de Blancs. Ma lo Chardonnay dà il meglio di se dopo la maturazione in botte. E' qui che i caratteristici aromi di mela e fiori di acacia si arricchiscono delle essenze del legno e si amalgamano per dare un vino di grande ampiezza aromatica, dal gusto di frutta secca.


SOCI FONDATORI:  Strada del Vino Terre Sicane, Sambuca di Sicilia (Agrigento); Coordinamento Regionale Strade del Vino di Sicilia, Sambuca di Sicilia (Agrigento); GAL Terre del Gattopardo, Bisacquino (Palermo); Planeta, Menfi (Agrigento); Donnafugata, Marsala (Trapani); Banca di Credito Cooperativo, Sambuca di Sicilia (Agrigento)
 SOCI ONORARI: Assemblea Regionale Siciliana (Pa); Istituto Regionale della Vite e del Vino Sicilia (Pa); Parco Archeologico delle Isole Eolie (Lipari-Me),  Parco Archeologico Valle dei Templi (Ag)
 SOCI ORDINARI: Dipartimento di Beni Culturali Università degli Studi di Palermo  (Pa); Comune di Santa Marina Salina (Me);  Casa Vinicola Firriato, Paceco (Tp);

 

Medagliere 2011

 

 

 

abbinato ai piatti di Un'Itàlia:

Piatto n.85.    Infiggnulate-Proposto da:Comune di Poggioreale

Pubblicato in: Sicilia, Vini
4638