Ris e tridùra

Archivio

05

Di questa minestra si è quasi perduto il significato. Considerata ricca e gustosa  era la "minestra della festa" poichè venivano aggiunte uova e formaggio  e si usava il "brodo buono", quello ottenuto da galline ruspanti, era la cura ideale per malati e convalescenti.. E' una delle migliori minestre tradizionali

Preparazione:

Per persona: un uovo, un cucchiaio di grana grattato,un pizzico di noce moscata, 70 gr di riso, brodo buono q.b.  Far bollire il riso nel brodo. Nel frattempo mescolare con cura uovo e grana formando una crema a cui va aggiunto un mestolo di brodo caldo per evitare che successivamente si raggrumi.  Quando il riso è cotto si aggiunge alla pastella di uova e formaggio. Servire con un’abbondante spolverata di  Parmigiano grattugiato

Pubblicato in: Lombardia
1455