Lombardia

Il Bagoss

E' l’unico formaggio dell’arco alpino cui viene aggiunto lo zafferano durante la lavorazione. Questa pratica è stata introdotta nel XVI secolo in seguito a un accordo tra gli ambasciatori della Repubblica di Venezia e i Consoli di Bagolino, intenzionati a fornire ai Dogi un formaggio prezioso, dal colore simile all’oro.

[Leggi tutto l'articolo...]


Marche

Le Olive all'Ascolana

L’invenzione delle olive ripiene e fritte invece si data intorno al 1800. Create, forse, da un abile cuoco sconosciuto che prestava la sua professionalità presso una nobile famiglia ascolana.

[Leggi tutto l'articolo...]


Sardegna

Le Sebadas

 

 

 

Le Seadas, chiamate anche Sebadas, sono uno dei dolci sardi più famosi nel mondo. Originariamente considerate come un secondo piatto, sono un piatto tipico della tradizione pastorale

[Leggi tutto l'articolo...]


Umbria

Gnocchi di patate al ragù d'oca della mietitura

Nei secoli passati, per la mietitura, le famiglie contadine umbre usavano aiutarsi reciprocamente, riunendosi per la raccolta nei vari poderi e lavorando in gruppo, dimezzando così la fatica

[Leggi tutto l'articolo...]


Piemonte

Riso di Baraggia DOP

La coltivazione del riso nell'area delimitata della Baraggia si ritrova agli inizi del XVI secolo ed ha riscontri anche in atti notarili dell'anno 1606 nel Comune di Salussola

[Leggi tutto l'articolo...]


Toscana

La Pasimata della Garfagnana

La pasimata è un dolce povero  insaporito con semi d'anice che si prepara il giorno della vigilia pasquale e che si porta a benedire, insieme alle uova, il Sabato Santo

[Leggi tutto l'articolo...]


Campania

Pomodorino del Piennolo del Vesuvio

Nei territori vesuviani era, un tempo, molto diffusa la pratica di fare la conserva di pomodorini, cioè di conservarli in bottiglie o vasi  di vetro, dopo adeguata lavorazione.

[Leggi tutto l'articolo...]


Lazio

Il Pangiallo romano

Il pangiallo romano è un dolce tipico del Lazio, che ha la sua  origine nell'antica Roma e più precisamente durante l'era imperiale. Era, infatti, un'usanza di quei tempi distribuire questi dolci dorati, durante la festa del solstizio d'inverno, in modo da favorire il ritorno del sole

[Leggi tutto l'articolo...]