Categorie
Tradizione del gusto

Nasce il Marchio “ALTI FORMAGGI”

E’ il marchio collettivo e allo stesso tempo uno slogan per promuove strategie comuni e la promozione dei marchi delle quattro grandi eccellenze lombarde nel settore lattiero caseario, soprattutto all’estero. I Consorzi per la tutela di Taleggio, Provolone Valpadana, Quartirolo Lombardo e Salva Cremasco hanno presentato il loro progetto comune il 20 gennaio, presso l’assessorato all’Agricoltura della Regione Lombardia.

Quattro delle grandi eccellenze lombarde nel settore lattiero caseario uniscono le forze e creano “Alti formaggi”, un marchio collettivo e allo stesso tempo uno slogan per promuove strategie comuni e la promozione dei rispettivi marchi, soprattutto all’estero.
I Consorzi per la tutela di Taleggio, Provolone Valpadana, Quartirolo Lombardo e Salva Cremasco hanno presentato il loro progetto comune il 20 gennaio, presso l’assessorato all’Agricoltura della Regione Lombardia. L’alleanza tra questi prodotti ha come scopo principale quello di favorire la conoscenza verso i consumatori, soprattutto i più giovani, e affrontare i difficili mercati stranieri esaltando le rispettive qualità, ma presentandosi come una “squadra”.
“Credo valga proprio la pena di dire, ha commentato Luca Daniel Ferrazzi, assessore all’Agricoltura della Regione Lombardia, che l’unione fa la forza. In una fase in cui il consumatore dimostra di voler conoscere e apprezzare sempre di più i prodotti tipici e di qualità, con il loro patrimonio di storie e tradizioni, oggi assistiamo a un’alleanza strategica tra quattro dei più importanti formaggi lombardi: una scelta strategica per condividere un percorso comune che non potrà fare che bene alle rispettive produzioni.
Provolone Valpadana, Taleggio e Quartirolo vantano da tempo la Dop (Denominazione origine protetta), il massimo riconoscimento di tutela dell’agroalimentare europeo, mentre il Salva Cremasco sta per tagliare questo traguardo, godendo a oggi della Dop in protezione transitoria.
“Dei 38 formaggi Dop europei, continua Ferrazzi, ben 9 sono prodotti in Lombardia e la cifra si amplia a 11 considerando le due protezioni transitorie. Credo che già questo dato faccia ben comprendere come la nostra Regione, leader produttiva nel settore lattiero caseario con oltre il 40% del latte nazionale, possa considerarsi in prima fila anche per la qualità e la tipicità dei suoi formaggi”.
Tra i numeri presentati oggi, va ricordato che nel 2009 la produzione di Taleggio Dop ha raggiunto le 4,2 milioni di forme, con un fatturato di oltre 100 milioni di euro (14% dall’export).
Con un fatturato di oltre 83 milioni di euro (2008) il Provolone Valpadana ha confermato una produzione ormai stabile da anni, con circa 95.700 quintali e un fatturato 83 milioni di euro. Con 37mila quintali prodotti, il Quartirolo Lombardo ha generato un fatturato pari a 40.553.000 euro. Relativamente al Salva Cremasco, infine, si annoverano 27 produttori associati per 1800 quintali annui prodotti.
“Alti Formaggi, conclude Ferrazzi, è una felice intuizione e un ottimo esempio di come si possa concretamente fare sistema, curando la rispettiva crescita esaltando le peculiarità di quattro fiori all’occhiello del nostro agroalimentare sotto un unico e ulteriore marchio a garanzia di grande qualità”.

Condividi con