Categorie
Uncategorized

”ARTE IN TAVOLA” E ”NOTTE MEDIEVALE” a Bevagna (Pg)

Una “tre giorni” dedicata all’enogastronomia e all’arte della tavola, al teatro, alla danza, alla musica e ai giochi popolari, con spettacoli itineranti, mostre-mercato dei prodotti tipici, taverne e botteghe artigiane della tradizione medievale: è quanto si potrà vivere anche quest’anno a Bevagna con “Arte in tavola” (venerdì 1, sabato 2 e domenica 3 maggio) e con “La Notte medievale” (sabato 2 maggio). I programmi delle due iniziative sono stati presentati stamani in una conferenza-stampa a Perugia dal sindaco, dagli assessori alla Cultura e allo Sviluppo economico del Comune di Bevagna e dal presidente dell’associazione “Mercato delle Gaite”, Folco Barattini.

 I due eventi (“per la prima volta organizzati congiuntamente”, ha spiegato Barattini), rientrano in un calendario ben più articolato di proposte che coprono l’intero arco dell’anno e che avranno il loro culmine all’inizio dell’estate con il “Mercato delle Gaite”. Molti gli ospiti e gli appuntamenti, tutti all’insegna del Medioevo: dall’“Ensamble Micrologus” alla “Compagnia dei Folli”, dalla “Fanfara della Parte de Sopra” di Assisi” e dai “Barbarian Pipe Band” ai “Cavalieri dell’Aquila” di Todi e ai “Giullari dell’Oca”, da “Asmaa e le Sorelle della Luna” agli “Arcatores de Mevania” e tanti altri. Per degustazioni e riunioni conviviali resteranno aperte le taverne delle quattro “gaite” di San Giorgio, San Giovanni, Santa Maria e San Pietro in cui è suddivisa la città. In particolare durante la “Notte medievale” tutti i negozi del centro storico resteranno aperti.

 

“Manifestazioni come quelle dei prossimi giorni – ha detto il sindaco di Bevagna – vogliono ‘aggredire’ una crisi economica che può coinvolgere anche il turismo. Il nostro impegno è far conoscere la città, il suo centro storico e i suoi borghi restaurati, tra i più belli d’Italia. Anche una piccola comunità come la nostra – ha aggiunto – può fare cose importanti per le politiche regionali, che da sempre tutelano il patrimonio storico e la cultura immateriale delle radici e delle tradizioni umbre”.

 

L’assessore comunale alla Cultura ha sottolineato che “soprattutto La Notte medievale, per il suo taglio tematico e per una profonda ricerca storica, si distingue da altre iniziative simili, come le cosiddette ‘notti bianche’”, mentre l’assessore allo Sviluppo economico ha ricordato l’importanza degli incontri enogastronomici attraverso i quali sarà possibile “promuovere i prodotti d’eccellenza del territorio”.

 

Il programma completo delle due iniziative può essere consultato su www.ilmercatodellegaite.it

 

Condividi con