Categorie
Uncategorized

Olio Capitale 2010: ultimi giorni per partecipare al concorso

Fervono i preparativi per la quarta edizione di “Olio Capitale”, il salone degli extra vergini tipici e di qualità organizzato da

Fiera Trieste Il 2010 sarà un anno carico di attese. La campagna olearia è stata generosa per l’olivicoltura italiana e per quella mondiale. Si dovrebbero confermare le previsioni della vigilia, che, almeno secondo fonti istituzionali, dovrebbero attestarsi su una produzione di circa 510 mila tonnellate d’olio d’oliva.

Tutto da verificare, si tratta delle prime stime ufficiali, che al momento presentano un andamento positivo, con un’abbondante produzione in Puglia, Calabria e Sicilia, le aree più vocate e dai grandi volumi di prodotto. Poi, si sa, l’Italia per la sua caratteristica conformazione, così particolarmente estesa in lunghezza, non offre mai uno spaccato unitario. Quest’anno infatti è stato soprattutto il Centro Italia a soffrire maggiormente, con regioni come la Toscana, l’Umbria e il Lazio, che registrano cali quantitativi nell’ordine del 25-30%. Stime positive hanno invece riguardato le regioni oliandole del Nord Italia, con Liguria e lago di Garda che stanno registrando un incremento della produzione nell’ordine del 15-20%.

“Siamo particolarmente soddisfatti di questi andamenti”, ha ammesso il presidente di Fiera Trieste Fulvio Bronzi. “Ci conforta sapere che la quarta edizione di Olio Capitale possa contare su una produzione numericamente significativa, oltre che su una qualità che premia gli sforzi sostenuti dagli olivicoltori. Fiera Trieste – ha proseguito Bronzi – non mancherà di accogliere con iniziative sempre più strutturate e attrattive il pubblico dei visitatori, sia esso professionale che amatoriale. Quest’anno gli eventi avranno una risonanza internazionale, e per fine gennaio sarà reso noto il ricco calendario degli appuntamenti”.

La soddisfazione del presidente di Fiera Trieste Fulvio Bronzi si rende ancora più evidente in ragione del fatto che l’annuale ricerca realizzata dal quotidiano economico il “Sole 24 Ore” ha premiato quest’anno il suo territorio.
La provincia di Trieste si è piazzata infatti al vertice tra le province più vivibili d’Italia. Andare dunque a Olio Capitale
diventa anche l’occasione buona per visitare un luogo che non è solo accogliente, ma ricco di storia e di fascinosa bellezza, con oliveti di varietà Bianchera, e non solo, che fanno da corollario.

Olio Capitale è diventato ormai un solido punto di riferimento, e non si può certo mancare nei giorni dal 5 all’8 marzo 2010. Ed è proprio in tale contesto che l’olivicoltura italiana ha trovato la sua casa comune, il luogo in cui ritrovarsi e decidere le sorti future del comparto.

L’Italia olivicola si estende su oltre un milione di ettari e coinvolge altrettanti produttori, di cui i due terzi sono situati nel Meridione.
L’Italia può così contare su un gran numero di appassionati olivicoltori che coltivano più di 500 diverse varietà di olivo: un tesoro davvero invidiabile. Un patrimonio genetico immenso, che rappresenta più del 40% di quello mondiale, e che in Italia viene adeguatamente tutelato, conservato e valorizzato.

Sono ben 38, ad oggi, le denominazioni d’origine attribuite dall’Unione europea all’Italia, e riguardano tutte le regioni olivicole, con in testa la Sicilia (6 Dop) seguita da Puglia (5 Dop) e Toscana (1 Igp e 3 Dop).
Di fronte a tale quadro, non resta altro che prendere diretto contatto con le eccellenze dell’Italia olivicola.
A Trieste, nel corso della manifestazione, chiunque potrà prendere consapevolezza della bontà e peculiarità dei diversi extra vergini territoriali, assaggiandoli uno per uno e cogliendone i molti profumi e sentori caratteristici.
All’assaggio sono oli che presentano una pluralità di espressioni, con profumi che spaziano dal carciofo al pomodoro, fino a passare alla mandorla, alle erbe aromatiche e ad altro ancora.

L’organizzazione della quarta edizione di Olio Capitale, il Salone degli oli extra vergini tipici di qualità, procede dunque a ritmi serrati. Intanto, sul sito che informa intorno all’evento, compare già il testo del regolamento del concorso oleario, per quanti vorranno partecipare

I produttori d’Italia e del resto del mondo non avranno che da esibire e far valutare la bontà dei loro extra vergini. La quarta edizione di Olio Capitale è quasi ai nastri di partenza.

Ufficio Stampa Fiera Trieste

Condividi con