Categorie
a tavola con..

a tavola con .. A. Hitchcock

“L’uomo non ha bisogno solo di delitti, ma anche di pasti abbondanti” Hitchcock era un maniaco del cibo. Nei contratti prendeva accordi con i cuochi, a Hollywood  si faceva spedire le sogliole di Dover e cucinava da se roast beef e pudding, non disdegnando di cimentarsi in arditisssime sperimentazioni di piatti piu’ o meno esotici, spesso assai poco riusciti.

 

Quiche Lorraine

Per la pasta brise’: 2 tazze di farina, ½ tazza di burro, 1 rosso d’uovo, sale, ½ tazza di acqua fredda.

Per il ripieno: 3 fette spesse di prosciutto cotto tagliato poi a dadini, 2 cipolle affettate, 4 uova, pepe, noce moscata, 2 tazze di latte caldo.

Pasta brisè: lavorare velocemente la farina insieme al burro, al rosso d’uovo a una presa di sale. Lasciar raffreddare per circa un’ora. Dividete l’impasto a metà e stenderlo in una sfoglia con cui sarà foderata una teglia rotonda. Bucherellare qua e là la sfoglia, piegando i bordi con l’aiuto dei rebbi di una forchetta. Conservare la metà restando per un’altra quiche. Ripieno: distribuire sulla sfoglia prosciutto a dadini; imbiondire la cipolla nel burro per renderla morbida e farne uno strato sopra al prosciutto. In una casseruola sbattere le uova con una presa di sale, pepe e la noce moscata; versare gradualmente il latte caldo e continuare a sbattere il composto con una frusta. Trasferire su fiamma bassa e sempre mescolando, far addensare la crema. Versarla sulla sfoglia e passare il tutto nel forno già caldo a 180° per 30 minuti o fino a quando la crema risulti ferma al ttatto e dorata in superfice. Servire la quiche calda.

 

Condividi con