Categorie
medioevale rinascimentale-moderno

Herbolata de maio (M.Martino XIV sec)

L’erbolata era una ricetta molto comune, legata ai mesi primaverili e qui collegata specificatamente al mese di maggio. Poteva essere preparata con diversi tipi di erbe e compare in molti ricettari. Nel Libro de la cocina del XIV secolo è così descritta: Di tutti i fiori e altre più erbe, quali che tu vuoli, puoi […]

Categorie
rinascimentale-moderno

Petto di pollo al melograno- V.Tanara (1600)

Il Tanara considera il succo della melagrana come una sorta di salsa universale “il succo solo della mela granata serve per salsa rara d’ogn’arrosto, e massima ne’ piccattigli, ne’ salavticinij e ne’ pesci fritti”   Petti di pollo al melograno Per 4 persone 2 petti di pollo, 1 scalogno, 80 gr. di mandorle sbucciate, ½ […]

Categorie
rinascimentale-moderno

Frictelle quadragesimali

Tra astinenza e digiuno correva e corre una sottile ma fondamentale differenza. Il digiuno, prescritto in concomitanza di particolari ricorrenze liturgiche, prevedeva una sostanziale limitazione del cibo da assumere; la carne, i pesci di grossa taglia, le uova,il latte,  il vino e la birra dovevano essere esclusi. Era possibile nutrirsi solo di piccoli pesci, di […]

Categorie
rinascimentale-moderno

Gnocchi alla romana di P.Artusi

Questi gnocchi, che io ho modificato e dosati nella seguente maniera, spero vi piaceranno come sono piaciuti a quelli cui li ho imbanditi. Se ciò avviene fate un brindisi alla mia salute se sarò vivo, o mandatemi un requiescat se sarò andato a rincalzare i cavoli. Farina, grammi 150. Burro, grammi 50. Cacio gruiera, grammi […]

Categorie
medioevale

Il Norcino

La macellazione del maiale è un rito antico e legato ad un mondo ormai quasi in via d’estinzione: un mondo contadino strettamente legato alla terra e ai suoi frutti che segue il ritmo naturale del tempo e delle stagioni. Nella cultura contadina l’uccisione del maiale assume un valore simbolico e un momento di sentita aggregazione […]

Categorie
rinascimentale-moderno

Bignole di Carnevale (1855)

Ponete sulla tavola 180 grammi di farina, fateci un vuoto nel mezzo nel quale vi metterete 3 tuorli d’uova, 25 grammi di burro e 20 di lievito di birra fresca, sciolto con mezzo quintino di latte tiepidissimo poi, un pochino di raschiatura di limone, 15 grammi di zuccaro ed una presa di sale. Intridete con […]

Categorie
rinascimentale-moderno

Frictelle piene di vento (sec.XIV)

 La parola ‘frittella’, come il verbo ‘friggere’, ha un’origine etimologica onomatopeica: deriva il suo nome dal “rumore”, dallo sfrigolio dell’unto nella padella. Era una pietanza, e un metodo di cottura, allora come oggi, molto comune e non è difficile reperire anche nei testi letterari la loro menzione; Teofilo Folengo, ad esempio, nomina le “frittolae” e […]

Categorie
rinascimentale-moderno

Anatra ripiena di mele (Frantz de Rontzier-1598)

I libri di cucina tedesca hanno una storia illustre. Dal 15mo alla fine del 17mo secolo erano più numerosi di quelli francesi, in netta rivalità con quelli italiani. Uno di questi è “Kunstbuch von mancherley essen” di Frantz de Rontzier del 1598, un lavoro finemente realizzato ed esteso che propone una ricchezza incomparabile di ingredienti […]

Categorie
rinascimentale-moderno

Sformato di pane (Philippine Welser 1527-1580)

Piglia una bella pagnotta di pane bianco e passala per setaccio fitto, poi aggiungi sei uova e crema di latte, spezie, uva e zucchero, mescola tutto insieme poi versa in uno stampo del lardo sciolto, mettici la composizione sopra detta, tura lo stampo con un coperchio e fai cuocere in forno. per 4 persone 300 […]

Categorie
Antico

Arrosto al sale e miele (Assaturam)di Apicio

Una ricetta a prima vista da “prendere con le molle” ma il risultato è un arrosto sorprendentemente gustoso.   fai arrostire la carne in una pentola cilindrica aggiungendovi molto sale. Servi con miele per 4 persone: 800 gr di arrosto di maiale, 250 gr di sale, 4 c di acqua, 2 c di miele Mescolare […]